ANNO 9 n° 264
Michael Pang ha confessato
Il 22enne davanti al gip: “Chiedo scusa a tutta la città e alla famiglia per questa vita strappata”
07/05/2019 - 14:34

VITERBO - Michael Aaron Pang ha confessato. “E ha chiesto scusa a tutta la città di Viterbo e alla famiglia di Fedeli per la vita strappata”.

L’omicida del 74enne Norveo Fedeli questa mattina ha confessato di aver ucciso il commerciante nella sua boutique di via San Luca e lo ha fatto durante la lunga udienza di convalida a porte chiuse. A dirlo i suoi legali, gli avvocati Remigio Sicilia e Lilia Ladi.

Un’udienza fiume, iniziata alle 10,30 e conclusa alle 13:45, resa ancor più complessa dalla traduzione simultanea in inglese per renderla comprensibile al ragazzo.

“Non parla una parola di italiano e la comunicazione per questo è difficilissima tra noi” aveva specificato ieri l’avvocato Sicilia, alla vigilia dell’udienza di convalida del fermo per il suo assistito.

Accusato dell’omicidio del 74enne Norveo Fedeli, venerdì é entrato all’interno dell’omonimo negozio di jeans di via Luca e avrebbe colpito a morte il proprietario con uno sgabello. Prima della fuga verso Capodimonte, secondo la ricostruzione dell’accusa, avrebbe sottratto il portafogli della vittima e il suo cellulare, per poi disfarsene pochi metri più in là. Per questo è accusato anche di rapina.

In carcere da sabato scorso, Pang è stato fermato dai carabinieri sulle sponde del lago di Bolsena, dove il ragazzo avrebbe abitato fin dal suo arrivo in Italia, circa due mesi e mezzo fa.

“Ha chiesto scusa, ma ci sono degli elementi da chiarire e da approfondire - ha proseguito il suo avvocato - e vorremmo avere un contraddittorio con le persone offese”.

Il giudice si è riservato sulla convalida e sulla misura cautelare: domani entro pranzo la decisione.

CLICCA QUI PER LA VIDEOINTERVISTA AGLI AVVOCATI

Rai 





Facebook Twitter Rss