ANNO 7 n° 351
Viterbese corsara ad Olbia
Vittoria per 2-1 dei gialloblu al Nespoli con i gol di Neglia al 26' e Celiento all'85'
01/04/2017 - 16:28

OLBIA – VITERBESE 1-2

OLBIA (3-5-2): Ricci; Pisano (43' st Ogunseye), Dametto, Quaranta; Pinna, Feola, Muroni, Benedicic (12' st Murgia), Cotali; Capello (27' st Senesi), Kouko. A disp. Deiana, Van Der Want, Iotti, Geroni, Senesi, Tetteh, Bilea. All. Tiribocchi

VITERBESE (3-4-3): Iannarilli; Celiento, Miceli, Pacciardi; Pandolfi, Doninelli, Cordore, Varutti; Falcone, Jallow, Neglia (31' st Paolelli). A disp. Pini, D'Antonio, Cruciani, Torolano, Micheli, Chiani, Battista, Sandomenico. All. Puccica

ARBITRO: Natilla di Molfetta

MARCATORI: 26' pt Neglia (V), 20' st Kouko (O), 40' st Celiento (V)

NOTE: Spettatori 800 circa. Ammoniti: Pisano, Pandolfi, Kouko. Angoli: 6-5. Recupero pt 2', st 2'.

VITERBO – Colpo gobbo della Viterbese al Nespoli. I gialloblù segnano nel primo tempo, cercano di resistere al ritorno degli avversari nella ripresa, traballano più volte ma, alla fine, riescono a piazzare il colpo gobbo che manda i cimini in paradiso ed i padroni di casa all'inferno.

Avvio lento e macchinoso, le due squadre si studiano. Al 10' testa di Miceli in proiezione offensiva, palla sul fondo. L'Olbia risponde al 17' quando Kouko parte da centrocampo, allarga per Pinna che scende e crossa per lo stesso Kouko, ben appostato in area, colpo di testa e palla a lato di poco. Sull'altra sponda la risposta dei gialloblù è mortifera. Il lancio in profondità è di Pandolfi con Neglia che, di prima, sorprende Ricci sul primo palo. Subito dopo ancora Neglia si fionda su un retropassaggio di Dametto, deve uscire a valanga il portiere olbiese per evitare guai. La Viterbese controlla la situazione, gioca sull'asse di sinistra molto bene, costringe l'Olbia sulla difensiva. Al 33' proteste dei bianchi quando Capello rientra tra Doninelli e Miceli cadendo in area. Viterbese che si salva grazie ad un'uscita con la testa di Iannarilli, bravo ad anticipare tutti su un lungo cross di Pinna. I sardi spingono: al 38' Kouko trova solo l'esterno della rete. Due minuti dopo bomba di Benedicic bloccata in due tempi da Iannarilli.

Nella ripresa pronti via e Muroni avrebbe l'opportunità per pareggiare. Il centrocampista fa volare Iannarilli con una palla spedita verso l'incrocio dei pali. Olbia più viva e propositiva nella ripresa. Al 5' Capello dribbla mezza difesa ospite poi si perde al momento del tiro. Risponde subito Doninelli con una sassata su cui Ricci è pronto. La Viterbese controlla ma non riesce a chiudere. Al 10' Cardore prova un mancino che sfiora l'incrocio. Gialloblù in controllo con i bianchi si Sardegna che non riescono a trovare le giuste misure. Al 18' avvisaglie del pareggio. Capello crossa in area, Iannerilli ferma Pisano prima e Kouko poi. Sulla seconda ribattuta di Kouko la palla entra ma l'attaccante era in fuorigioco e l'arbitro annulla. Al 20', però, il pareggio è cosa fatta. Ripartenza di Capello per Murgia, pronto il passaggio per il solito ivoriano, Iannarilli prova l'uscita, il destro, in diagonale, vale l'1-1. L'Olbia vola, la Viterbese arretra pericolosamente. Al 26' è il solito Capello a centrare la traversa. Gli ospiti scricchiolano, Tiribocchi aiuta la Viterbese togliendo il tarantolato Capello, Paolelli va a fare il quinto di difesa in una specie di 5-3-2 alquanto difensivo. Al 36' contatto Pacciardi-Senesi in area laziale, i tifosi chiedono il rigore, Natilla dice di no con la mano scatenando ancora le proteste dei sostenitori dei bianchi. Quattro minuti ed, in occasione del quinto angolo per gli ospiti, Pandolfi prende la traversa, la palla spiove, sulla ribattuta Celiento infila in rete il raddoppio della Viterbese. Padroni di casa all'assalto nel finale ma oltre un paio di mischie da mucchio selvaggio, non c'è. Olbia all'inferno, Viterbese, invece, in bello stile a prendersi i tre punti.






Facebook Twitter Rss