ANNO 8 n° 346
Scandalo a Lucca, Viterbese battuta
I gialloblu cadono 2-1 al Porta Elisa per una direzione arbitrale inadeguata
06/11/2016 - 18:34

LUCCA – Come spiegare la sconfitta della Viterbese a Lucca? Basterebbe chiedere al signor Capone di Palermo visto e considerato il rigore inesistente che ha concesso ai rossoneri nel tumultuoso finale. Un rigore contestatissimo dagli ospiti che fa il paio con le scene di isterismo collettivo nel finale che hanno provocato un recupero di soli 4'. Troppo pochi rispetto al tempo perso. Contesto, ovviamente, tutto da definire, con gli i viterbesi che urlano la loro delusione per aver perso un autobus importante. Un pareggio sarebbe stato anche stretto ai gialloblu, chenvece tornano a casa a mani vuote.

Avvio equilibrato con le squadre che si studiano. La prima emozione è targata 16' quando Diop si fionda di testa su cross di Pandolfi e Nobile blocca a terra con qualche affanno. Fase della partita abbastanza statica, i gialloblù non riescono ad imprimere il marchio a fuoco del match mentre i rossoneri stentano a produrre gioco. Poco prima della mezz'ora arriva, piuttosto a sorpresa, il vantaggio rossonero. Invernizzi perde palla, lancio di Nolè, De Feo, in area cimina, è tutto solo, controllo e sinistro preciso nel superare Iannarilli in uscita.

La Viterbese comincia però ad ingranare, ma l'attacco gialloblu punge poco. Al 35' Invernizzi si erge di testa su un cross dalla destra, Nobile risponde da campione, Cenciarelli, sulla ribattuta, manda inspiegabilmente fuori. Sul fronte rossonero De Feo e Forte sembrano i migliori della Lucchese che si difende con ordine fino alla fine del primo tempo che si chiude con troppo nervosismo.

Nella ripresa Forte impegna subito Iannarilli poi viene annullato un gol a Neglia per un presunto fallo di Diop, che viene pure ammonito. Sconosciuti i motivi dell'ammonizione che sembra oscura: altra decisione incomprensibile di Capone. La Viterbese pianta le tende nella metà campo avversaria. Una punizione di Neglia viene deviata in extremis in angolo, poi i gialloblù premono. Forte provoca sconquassi nella difesa ospite, la Viterbese si riversa in attacco e sfiora il pareggio al 28' quando Varutti scende e crossa sul secondo palo quando Marano controlla bene e calcia in porta, palla salvata sulla linea bianca da Maini. L'espulsione di Bruccini, per fallo su Neglia, porta i cimini in superiorità numerica nel finale. Una punizione di Invernizzi non sorprende Nobile.

Negli ultimi dieci minuti succede di tutto. Al 39' Diop approfitta alla grande di un cross di Neglia su cui Nobile va a vuoto, primo tiro, respinto sulla linea, ripresa e palla in rete. La gioia per il pareggio dura 60 secondi. Scardala resta a terra per uno scontro di gioco ma gli avversari continuano: Terrani si incunea in area di rigore, Pandolfi colpisce in pieno il pallone ed allontana, il trequartista cade (volontariamente?) e l'arbitro clamorosamente ci casca e assegna il calcio di rigore tra le vibranti proteste degli ospiti.

Lo stesso Terrani si incarica di realizzare il gol del 2-1. Poi non si gioca più, tra proteste, perdite di tempo e via dicendo la partita finisce nel caos totale addirittura ben prima dei 4' previsti. Un delirio e un furto ai danni della Viterbese.

LUCCHESE (3-4-2-1): Nobile; Espeche Maini, Dermaku; Merlonghi (45' st Bragadin), Nolé, Bruccini, Cecchini; Fanucchi (25' st Terrani), De Feo (33' st Gargiulo); Forte. A disp. Di Masi, Melli, Bagatini, Florio, Mingazzini, Fratini, Ballardini, Zecchinato, De Martino. All. Galderisi.

VITERBESE (4-3-2-1): Iannarilli; Pandolfi, Dierna, Scardala, Varutti (47' st Pacciardi); Cruciani (10' st Marano), Cuffa, Cenciarelli; Diop, Neglia; Invernizzi. A disp. Pini, Micheli, Paolelli, Fè, Ansini, Corinti, Cardore, Mazzoli. All. Cornacchini.

ARBITRO: Capone di Palermo

RETI: 29' pt De Feo, 40' st Diop, 42' st Terrani su rig.

NOTE: Spettatori: 1200 circa. Espulsi al 30' st Bruccini per doppia ammonizione ed al 45' st Di Masi dalla panchina della Lucchese per proteste. Allontanato al 44' st mister Galderisi per proteste. Ammoniti Espeche, Dierna, Bruccini, Diop, Cuffa, Scardala, Dermaku, Nolè. Angoli: 3-8. Recupero pt 1', st 4'





Facebook Twitter Rss