ANNO 9 n° 144
Next stop Trapani. Calabro: 'Quando questa squadra vuole qualcosa la ottiene'
Cenciarelli: ''Questa è la squadra più forte da quando sono a Viterbo''
14/03/2019 - 06:59

VITERBO - (f.c.) Aria di festa al Rocchi nel post partita tra Viterbese e Pisa. Un match che ha portato dal dolore all'esplosione di gioia di un Rocchi che ha tremato. Continua il cammino di coppa Italia: next stop Trapani.

E' soddisfatto mister Antonio Calabro a fine gara: ''Abbiamo le palle, ma lo abbiamo sempre dimostrato non è la prima volta che ribaltiamo il risultato. Dopo la squadra un ringraziamento particolare va al pubblico che ci ha incitati a non mollare fino all'ultimo. Stasera è stata una partita difficile. Oggi si sono presentati con una formazione inedita: sia io che D'Angelo abbiamo fatto tanti cambiamenti tattici. Quando un gruppo come questo vuole qualcosa a tutti i costi non c'è arbitro o stanchezza che tenga. Abbiamo vinto contro una grande squadra. Ora pensiamo alla prossima partita che ricomincia un tour de force importante''. 

Ha parlato, in conferenza Diego Cenciarelli, che ha festeggiato anche le 100 presenze: ''A un certo punto abbiamo pensato di perderla: ma il gruppo in questo momento è davvero unito. Una squadra con le palle che ci ha creduto fino all'ultimo. Anche nel primo tempo abbiamo retto bene con le nostre occasioni. Abbiamo meritato di vincere. Questa vittoria ci da molta carica e voglia di fare meglio. Ora non cerchiamo più alibi, all'inizio, abbiamo pagato la condizione fisica ma poi ci abbiamo messo del nostro. Questa squadra se ci sta con la testa e rimane unito è veramente forte. Da quando qui questa è la Viterbese più forte''. 

Luca D'angelo è amareggiato: il suo Pisa, a detta sua, meritava qualcosa di più. ''Non avremmo meritato di perdere e questo penso sia palese. - afferma l'allenatore dei toscani - Noi a livello di gioco abbiamo fatto meglio e la partita era in pugno. Abbiamo interpretato la partita nella maniera giusta perchè abbiamo messo la Viterbese in difficoltà. Poi parte del merito va anche a loro e demerito a noi che non siamo riusciti a congelare il risultato. I padroni di casa avevano più energie di noi. Ci tenevamo a passare il turno e lo abbiamo dimostrato. A mio avviso c'è stata un'ora di grande calcio''. 





Facebook Twitter Rss