ANNO 9 n° 178
La Viterbese dei leoncini non sfigura
Intanto a Grotte di Castro, Pino Rigoli, prende in mano la squadra
02/05/2019 - 06:02

di Francesca Cuccuini

VITERBO - E' finita tra gli applausi dei tifosi del Catanzaro la partita di ieri pomeriggio. I ragazzi della Viterbese, un misto tra berretti e prima squadra, ha perso con i calabresi che hanno messo a segno due goal. Eppure, nonostante la differenza tra le due formazioni, i gialloblu si sono difesi come i colleghi più esperti rischiando meno del previsto e costruendo qualche buona occasione.

Nel frattempo, a Grotte di Castro, è andato in scena il primo allenamento guidato da Pino Rigoli: quarto allenatore della stagione della Viterbese. Si attende di conoscere il successore di Antonio Calabro che, molto probabilmente, potrebbe debuttare direttamente in coppa Italia contro il Monza. Non si esclude, infatti, che per l'ultima partita di campionato, la trasferta a Pagani, possa partire lo stesso organico di oggi. Una scelta che non risulterebbe per nulla strana: con la giornata di ieri i gialloblu sono palesemente proiettati solamente all'8 maggio.

La partita con la Paganese potrebbe comunque regalare un posto in zona play off vista anche la sosta del Rende che riposerà in occasione dell'ultima giornata. Certo, un posto tra i primi dieci del campionato, significherebbe non avere respiro neanche nella fase finale. Con la coppa Italia, invece, si riposerebbero parecchi giorni prima dell'inizio dei play off.





Facebook Twitter Rss