ANNO 9 n° 177
Viterbese in bilico tra 4-4-2 e 4-3-3
Gol strepitoso di Belcastro ieri in allenamento

VITERBO -  (S.R.) Giovanni Cornacchini comincia a tirare le somme di una settimana che si avvia verso la sua conclusione. Mancano due giorni alla partita di esordio in campionato, poco più di quarantotto ore dal confronto con la Cremonese di domenica (stadio Rocchi, ore 16,30) ed il tecnico gialloblu comincia a pensare a quale possa essere l’undici migliore per cercare di cercare di non sfigurare al cospetto della corazzata lombarda.

Così, l’allenatore della Viterbese ha iniziato già ieri a provare uomini e schemi con la partitella in famiglia che ha fatto disputare agli uomini disponibili, divisi in due squadre, entrambe possibili anche se non probabili. Se la partitella del giovedì può avere un valore in prospettiva domenicale, allora Cornacchini sta pensando al 4-4-2 o piuttosto a confermare il 4-3-3, l’assetto che domenica scorsa ha consentito alla Viterbese di mettere in difficoltà e battere (3-1) il Gubbio nella gara decisiva per il passaggio al turno successivo di Coppa Italia.

Da una parte, ieri, la Viterbese era infatti schierata con Iannarilli tra i pali, Ciliento, Dierna, Mallus e Pacciardi a comporre il quartetto difensivo; a centrocampo Cruciani, Cuffa Cenciarelli con Varutti sulla corsia sinistra a dare manforte agli attaccanti Invernizzi e Neglia. Sul fronte opposto un 4-3-3 con Pini in porta, Pandolfi, Scardala, Paolelli e Fe’ sulla linea di difesa, Boldrini, Marano, Diop sulla mediana, in avanti il tridente formato da Sforzini, Bernardo e Belcastro, con quest’ultimo con licenza di piazzarsi, da rifinitore, qualche metro più indietro dei due compagni di reparto.

Galoppo ricco di gol e di spunti interessanti, con molti elementi capaci di mettere in imbarazzo il tecnico nelle scelte con una prestazione al di sopra della media: è il caso, tanto per citarne alcuni, di Belcastro, di Diop, di Cenciarelli e delle stesso Sforzini che potrebbe anche essere in campo dall’inizio.

La Viterbese si allena anche oggi e domani mattina. Oggi pomeriggio lo farà sugli impianti della Scuola Sottufficiali, mentre la rifinitura del sabato verrà svolta, ugualmente lontano da occhi indiscreti, sul rettangolo di Grotte di Castro. Due sedute per sciogliere gli ultimi dubbi; anche se l’impressione che si ha è che Cornacchini abbia già deciso tutto o quasi.

A margine della seduta di ieri, da registrare due partenze: quella di Alessandro Dalmazzi, annunciato dal Rieti (serie D) e quella di Francesco Manoni, che pare destinato al Monterosi (serie D).



Facebook Twitter Rss