ANNO 9 n° 326
Natale, arriva la guardia di finanza
Dopo la denuncia di Fantaworld la procura avvia le indagini. Sequestrati documenti
05/11/2019 - 07:24

VITERBO – La procura si muove e si muove anche la guardia di finanza. Sotto la lente degli investigatori la gestione delle società che negli ultimi anni si sono occupate del Natale a Viterbo. Le indagini, partite proprio in questi giorni, sarebbero scaturite dalla denuncia penale presentata nelle scorse settimane dall’amministratore della società Fantaworld e da quello di Cose e Sogni.

Una denuncia contro ignoti di oltre 180 pagine, depositate in procura dal penalista romano, Antonello Madeo e dall’avvocato Andrea Genovese che seguono le vicende legali di Fantaworld, la società al centro di una diatriba con Spazio Eventi e Fondazione Caffeina sugli eventi di Natale. Nella denuncia si ipotizzavano una serie di irregolarità e di opacità in gestioni societarie. La procura ha aperto un fascicolo. Titolari il procuratore capo, Paolo Auriemma, e i pm Eliana Dolce e Stefano D’Arma. Le bocche al momento sono cucite.

Le indagini sono condotte nel più stretto riserbo. Da quanto si è potuto apprendere ieri mattina la guardia di finanza avrebbe effettuato anche diversi sequestri. L’attenzione sarebbe concentrata sui documenti contabili. L’indagine al momento è solo all’inizio e forse non sarà neanche così rapida.

Facebook Twitter Rss