ANNO 10 n° 55
Viterbese settebellezze, Isola Liri ko (3-2)
Settimo successo consecutivo
14/12/2014 - 16:27

VITERBESE – ISOLA LIRI 3-2

VITERBESE: (4-4-2): Fadda, Pingitore, Dalmazzi, Scardala, Costalunga; Pero Nullo (dal 32’ st Faenzi), Nuvoli (dal 13’ st Assenzio), Giannone, Morini (13’ st Oggiano); Pippi, Neglia. Allenatore: Ferazzoli. A disposizione: Zonfrilli, Andriambelo, Gimmelli, Ciaramelletti, Giurato, Saraniti.

ISOLA LIRI (4-5-1): Caldaroni, Santangeli, Ruggieri, Conti, Reali (dal 29’ st Gentile), Simonetti, Cirelli, Lanni, Gaudiano (dal 5’ st Atturo), Mauriello, Basilico (dal 19’ st Martino). Allenatore: Garguilo. A disposizione: Casagrande, Tofani, Bianchi, Graziani, Cerqua.

Arbitro: Santoro di Messina (D’Apice e Battista)

Note: Cielo nuvoloso, terreno in buone condizioni. Seicento spettatori circa.

Marcatori: 4’ Pippi, 38’ Morini(rig.), 50’ Giannone, 60’ Basilico, 64’ Mauriello

Ammoniti: Cirelli, Lanni e Ruggieri per l’Isola Liri, Pingitore, Giannone e Costalunga per la Viterbese

Angoli: 5-3

Recupero: 1’+ 5’

VITERBO – Vittoria doveva essere e vittoria, alla fine, è stata. Ma quanta fatica contro l’Isola Liri, formazione in difficoltà evidenti (solo 8 punti fin qui in classifica) ma tutt’altro che rassegnata al ruolo di agnello sacrificale. In vantaggio per tre a zero, con le reti del ritrovato Pippi, di Morini su rigore e del solito Giannone su calcio da fermo, i gialloblu si spengono all’improvviso, sicuri di aver messo in cascina i tre punti che servivano per continuare l’inseguimento alla Lupa Castelli. I gol di Basilico e Muriello, figli di gravi disattenzioni difensive, hanno invece gettato improvviso pepe sul finale di gara, regalando brividi indesiderati al pubblico di casa.

Nessuna novità di formazione, per la Viterbese, rispetto alle soluzioni provate in settimana: al posto degli squalificati Tuniz e Perocchi, Ferazzoli fa esordire i due ’96 Pingitore e Costalunga, mai scesi in campo fin qui. Pacciardi, infortunato, non va nemmeno in panchina. Promosso in prima squadra il giovanissimo Uni Andriambelo. In attacco, ritrova una maglia da titolare il brasiliano Pippi al posto dell’acciaccato Saraniti. Al Rocchi si presenta un’Isola Liri ridotta ai minimi termini: reduce da cinque sconfitte, senza più il tecnico dimissionario Ciardi (al suo posto Garguilo) e con una squadra piena di giovani dopo le tante partenze degli ultimi giorni di mercato. Subito nella mischia i nuovi acquisti Simonetti e Conti, con il ’95 Matteo Atturo pronto a subentrare a partita in corso.

Non sottovalutare l’avversario: questo il diktat del tecnico gialloblu, ripetuto più volte in settimana. E i suoi ragazzi dimostrano di aver recepito bene il messaggio. Neanche il tempo di entrare in campo, e la Viterbese è già in vantaggio: quarto minuto, cross dalla destra di Neglia e zuccata vincente di Pippi, al terzo gol in due partite. Un momento d’oro per il bomber arrivato in estate e scivolato presto indietro nelle gerarchie di Ferazzoli, bravo a ridargli fiducia in un momento clou della stagione. L’Isola Liri fatica a trovare spazio in avanti, al quarto d’ora Nuvoli ci prova da fuori ma trova pronto Caldaroni. La partita prosegue su binari abbastanza prevedibili: ospiti chiusi nella propria metà campo e Viterbese a fare possesso senza alzare troppo i ritmi, salvo poi colpire all’improvviso con rapide verticalizzazioni.

Al 23’, Morini ha sui piedi il pallone del raddoppio. Su cross di Pero Nullo, l’esterno stoppa il pallone nel cuore dell’area di rigore e calcia al volo, alzando però clamorosamente la mira. Cinque minuti dopo è ancora Morini a farsi vivo, con un sinistro a giro murato dalla difesa dopo uno scambio di prima con Neglia. L’Isola Liri si vede per la prima volta alla mezz’ora: Reali spedisce sopra la traversa una punizione da posizione invitante. L’incontro sembra scivolare via senza più brividi, ma una clamorosa ingenuità difensiva condanna gli ospiti, traditi dal proprio capitano. Conti, infatti, trattiene in area Morini su cross di Giannone. L’arbitro Santoro non ci pensa due volte e indica il dischetto, il numero 10 gialloblu (reduce dall’errore col Palestrina) piazza la sfera sotto la traversa dove Caldaroni non può arrivare. All’intervallo si arriva così sul punteggio di 2-0.

La ripresa non sembra avere storia: al 5’ Neglia conquista un calcio di punizione dal limite, il solito Giannone piazza la sfera nell’angolo alla destra di Caldaroni che non ci arriva. Tre a zero. Gli ospiti sono in costante apprensione, Dalmazzi al 10’ va a un passo dal quarto gol di testa su calcio d’angolo, palla fuori di un soffio. L’Isola Liri ha un sussulto improvviso con Basilico, che al 13’ si incunea in area dalla destra e piazza il pallone all’angolino basso: Fadda non ci arriva, 3 a 1 a sorpresa e gara riaperta. Il gol subito dalla Viterbese, una rarità di questi tempi, risveglia gli isolani. Ferazzoli suona la carica e spedisce in campo entrambi i nuovi arrivati: Oggiano subentra a Morini, Assenzio prende il posto di Nuvoli. Cinque minuti, però, e l’Isola Liri va ancora in rete: punizione di Ruggieri, Fadda non trattiene e Mauriello ribadisce in rete per il 3 a 2. Risultato sorprendente, per quanto visto in campo, che punisce una Viterbese ormai certa di aver messo le mani sul bottino.

La paura, all’improvviso, prende il sopravvento in un match che pareva chiuso. Garguilo si gioca il tutto per tutto e manda in campo Gentile e Martino. Gli ospiti ci provano, collezionano angoli e qualche cross insidioso, ma di vere occasioni non se ne vedono più. I tifosi sugli spalti tirano finalmente un sospiro di sollievo, e il fischio finale, dopo cinque minuti intensi, regala alla Viterbese la settima vittoria consecutiva, lasciando invariate le distanze dalla capolista Lupa Castelli. Domenica prossima, trasferta insidiosa a Fondi dell’ex Pochesci, rivoluzionato dal mercato. Certe distrazioni, se possibile, sarà meglio evitarle.

Risultati quindicesima giornata

ARZACHENA – NUORESE 3 – 0

ASTREA – CYNTHIA 1920 0 – 1

BUDONI – ANZIOLAVINIO 3 – 0

SORA – PALESTRINA 2 – 1

LUPA CASTELLI ROMANI – FONDI 3 – 1

SAN CESAREO – OLBIA 1 – 1

SELARGIUS – APRILIA 5 – 2

TERRACINA – OSTIAMARE 1 – 1

VITERBESE CASTRENSE – ISOLA LIRI 3-2

Classifica dopo quindici giornate

Lupa Castelli 39

Viterbese 35

Ostiamare 27

Sora 26

San Cesareo 26

Arzachena 25

Aprilia 22

Selargius 22

Budoni 21

Olbia 21

Nuorese 19

Astrea 17

Fondi 17

Cynthia 15

Terracina 12

Isola Liri 8

Palestrina 8

Anziolavinio 6





Facebook Twitter Rss