ANNO 10 n° 19
Viterbese, finalmente parla il campo
I gialloblu affrontano l'Olbia nella sfida dei play-off di Serie D
24/05/2015 - 07:30

VITERBO - Si gioca e verrebbe da dire finalmente, vista la turbolenta settimana appena conclusa. Quella, per inciso, che ha visto comparire il nome di Viterbese e Nuorese nella lista delle partite sulle quali si indaga in merito al calcioscommesse. Sospetti, per ora, ai quali non sono seguite prove. E verrebbe da stupirsi del contrario, considerando come l'ennesimo scandalo del pallone italiano coinvolga società lontane anni luce dalla serietà e della solidità economica della famiglia Camilli.

In attesa di sapere se ci saranno ulteriori sviluppi (facciamo le corna), la speranza è che certe voci non abbiano destabilizzato troppo i gialloblu, che oggi pomeriggio si troveranno ad affrontare l'Olbia per la finale play-off del girone G di serie D. In palio l'accesso alla fase nazionale con le altri vincitrici dei raggruppamenti e la speranza di un eventuale ripescaggio in Lega Pro reso più papabile proprio dal coinvolgimento di tante squadre in questo nuovo, triste capitolo di cronaca giudiziaria che ha poco a che fare con lo sport.

Avversario tosto, quello allenato da mister Oberdan Biagioni, che nella Tuscia transitò nella stagione 2011-2012, sostituendo Conticchio per poi essere esonerato in favore di Massimiliano Farris. I sardi sono squadra quadrata, ben messa in campo e forte di un reparto offensivo di tutto rispetto che ha in Mastinu e Molino i propri punti di forza, come dimostrato nel 3-1 al Budoni dello scorso mercoledì.

Mister Gregori potrà contare sul miglior undici possibile, con gli acciaccati delle ultime settimane che dovrebbero regolarmente scendere in campo: Zonfrilli sarà protetto dalla coppia Scardala-Dalmazzi, con Perocchi e Pacciardi sugli esterni. In mezzo al campo il terzetto Assenzio-Giannone-Nuvoli, mentre nel ruolo di centravanti sarà confermato Andrea Saraniti, tornato in grande spolvero dalla recente squalifica.

Ai suo fianchi, il tandem di ali che in questo momento della stagione offre più garanzie, composto da Neglia e Oggiano. Per quest'ultimo si tratterà di un incrocio con il suo passato: proprio tra le file dell'Olbia, l'attaccante si mise in mostra al Rocchi nel girone d'andata, infilando la retroguardia gialloblu nella sfida vinta dalla Viterbese per 2 a 1 in rimonta. 

Fischio d'inizio alle 16, sotto la direzione del signor Curti di Milano. Sarà un'occasione anche per dimostrare alla società l'affetto dei tifosi, in prima linea nel chiedere ai Camilli di non abbandonare Viterbo a fine stagione. Chissà che un buon cammino tra i pericolosissimi spareggi di fine stagione non serva a far cambiare idea alla proprietà.





Facebook Twitter Rss