ANNO 9 n° 265
Viterbese, bastano due squilli di Polani
I gialloblu tornano al successo sul Monterotondo e continuano la corsa in vetta
09/02/2014 - 12:54

di Domenico Savino

MONTEROTONDO CALCIO - VITERBESE CASTRENSE 0-2

MONTEROTONDO CALCIO (4-4-2) Alessandri; Magurno, Benda, De Dominicis, Bernardi, Di Ventura (dal 17' s.t. De Dominicis), Egidi (dal 23' s.t. Fiorucci), Barbetti, Federici, Palomba, Maresca A DIPOSIZIONE Ginese, Politanò, Cecere, Fabricatti, Moro ALLENATORE Malizia

VITERBSE CASTRENSE (4-4-2) Cima; Kacka, Fapperdue, Marini, Fè; Gubinelli (dal 47' s.t. Dalmazzi), Faenzi, Federici, Pero Nullo; Vegnaduzzo, Polani (dal 30' s.t. Ravoni) A DISPOSZIONE Boccolini, Rausa, Ghezzi, Marinelli, Giurato ALLENATORE Solimina

ARBITRO Rasia di Bassano del Grappa (Noce e Di Crasto)

RETI nel p.t. al 2' Polani; nel s.t. al 28' Polani (V)

NOTE giornata nuvolosa, si è giocato su un terreno in erba sintetica, presenti una cinquantina di tifosi giunti da Viterbo. Ammoniti Palomba e Di Ventura per il Monterotondo; Gubinelli per la Viterbese Espulso Federici per la Viterbese. Angoli 4-7 per la Viterbese Recupero 3 + 4

VITERBO - Sarà ancora convalescente, ma almeno torna a vincere. Il successo della Viterbese sul Monterotondo è come il sole che torna a fare capolino dopo un violento temporale. Ci sono ancora delle imperfezioni, ancora dei momenti di vuoto interpretativo in cui gli eretini hanno avuto le loro buone occasioni, ma i gialloblu hanno trovato tre punti di platino e proseguono la loro corsa da capolista. Continua ad allungarsi la striscia positiva: undicesimo risultato utile di fila. Quando non segna Vegnaduzzo, tocca a Polani togliere le castagne dal fuoco: e l'ex Latina si fa trovare pronto all'appuntamento con il gol. Una doppietta per far tornare il sereno dopo giorni di amarezza e delusione. Un altro opportunista da rea di rigore che conosce alla perfezione gli ultimi sedici metri  di I gialloblu chiudono in dieci (Federici espulso): tutti danno qualcosa in più per tenere il risultato e portare a casa i tre punti.

Sette volti nuovi: una rivoluzione copernicana quasi a voler utilizzare lo straccio per eliminare tutto quello che non ha funzionato. Gli unici superstiti sono Fapperdue, Gubinelli, Federici e Vegnaduzzo. Una modifica totale per cambiare volto ad una squadra spenta. E allora a furor di popolo viene nuovamente varato il 4-4-2: c'è l'esordio di Francesco Fè che trova naturale collocazione sull'out sinistro di difesa. Federici fa un passo avanti e sia piazza in mediana a dettare i tempi con Faenzi, Vegnaduzzo trova la sua spalla in Polani, Gubinelli e Pero Nullo martellano le fasce, il grande escluso è Cerone che non va neanche in panchina.

Il Monterotondo ha studiato come provare a colpire la Viterbese: la tattica è quella dell'attesa e della ripartenza scavalcando il centrocampo. Quello stesso modo di giocare che ha messo la Viterbese in un imbuto in coppa. Anche in questo caso gli attaccanti si muovono con tagli rapidi per non finire in fuorigioco, movimenti alle spalle della difesa per attaccare la profondità.

Malizia sceglie di schierarsi a specchio per tenere meglio il campo. ma i piani dl tecnici eretini vengono subito modificati dalla Viterbese che inizia con il piede pigiato sull'acceleratore e con Polani (2') si porta in vantaggio: la gara deve esalare i primi respiri e i gialloblu mettono sin da subito il naso davanti.  E' un modo per aggredire da subito la partita: l'approccio è buono, l'applicazione anche.

La Viterbese cerca di stare stretta e di tenere le linee vicine tra loro per favorire il recupero palla per poi azionare gli esterni che si allungano sulle fasce. Vegnaduzzo e Polani a turno vengono incontro per ricevere palla e aprire spazi per gli inserimenti. E infatti l'occasione migliore è quella di Gubinelli che da pochi passi spreca una buona azione gialloblu rifinita da un velo di Vegnaduzzo (16').

Nella ripresa il Monterotondo si fa più intraprendente: cerca di mettere in pratica il suo intendimento tattico; la palla lunga a scoperchiare il centrocampo serve ad azionare la velocità di Egidi che crea la migliore occasione per gli eretini: supera anche Cima poi sulla linea di porta trova il piede di Fapperdue (14'). Il guardiano gialloblu è decisivo su De Dominicis, quando gli sbarra la strada e gli devia in angolo un tiro. La Viterbese si rintana, il Monterotondo spinge con ardore e Malizia getta nella mischia De Dominicis e Fiorucci per Di Ventura ed Egidi.

Ma la Viterbese resiste e trova il raddoppio ancora con Polani (28' assiti di Gubinelli). Solimina si cautela con l'ingresso di Ravoni, Pero Nullo va a piazzarsi dietro Vegnauzzo. I gialloblu chiudono in dieci (rosso a Federici), il Monterotondo prova gli ultimi assalti, ma Megnaduzzo spreca da due passi (35').

Ventunesima giornata 09/02/2014

Caninese - Montefiascone                     
rinviata
Cerveteri - Città di Monterotondo 0-2
Civitavecchia - Real Monterosi 1-0
Fonte Nuova - Ladispoli 6-1
Futbolclub - Fregene 2-1
Monterotondo Calcio - Viterbese Castrense     
0-2
Nuova Sorianese - Grifone Monteverde 2-1
Rieti - Empolitana Giovenzano 4-2
Villanova - Montecelio 0-1

Classifica dopo la 21° giornata

Viterbese                                49
Rieti 44
Nuova Sorianese 38
Ladispoli 34
Real Monterosi
34
Villanova 33
Grifone Monteverde 32
Futbolclub 31
Civitavecchia 31
Montecelio 27
Cerveteri 21
Fregene
21
Montefiascone 20
Empolitana 19
Fonte Nuova 19
Monterotondo Calcio 18
Città di Monterotondo 18
Caninese 15

Civitavecchia penalizzato di cinque punti

Prossimo turno 16/02/2014

Città di Monterotondo - Rieti

Empolitana Giovenzano - Civitavecchia

Fregene - Fonte Nuova

Grifone Monteverde - Viterbese Castrense

Ladispoli - Monterotondo Calcio

Montecelio - Caninese

Montefiascone - Futbolclub

Nuova Sorianese - Cerveteri

Real Monterosi - Villanova





Facebook Twitter Rss