ANNO 9 n° 344
Viterbese, adesso non puoi sbagliare
C'è voglia di rivincita dopo le recenti batoste, al Rocchi arriva l'Empolitana
24/11/2013 - 02:01

VITERBO – La Viterbese ha l’obbligo di rialzarsi dopo l’ultima batosta in campionato. E tocca a Claudio Solimina far scoccare definitivamente la scintilla. Al Rocchi arriva l’Empolitana Giovenzano, che segna l’esordio bis del tecnico romano sulla panchina gialloblu. La partita arriva al culmine di una settimana che ha segnato il terzo cambio in tolda di comando. E’ tornato colui che questa squadra ha contribuito in modo importante a costruire, che conosce vizi e virtù di un gruppo che con grande facilità perde la retta via. Nulla di compromesso in classifica: la vetta occupata dal Rieti) dista tre punti e c’è tutto il tempo (scontri diretti compresi) per raggiungere e superare i sabini. E il mercato sta per aprire i battenti.

Ma non si può perdere ulteriore terreno: nelle ultime giornate un pizzico di buona sorte ha limitato i danni. Il Rieti ha fatto solo un punto in due gare, la Viterbese tre nello stesso lasso di tempo e lo svantaggio è stato dimezzato. Il match sarà il penultimo prima della riapertura della finestra di riparazione. La Viterbese da tempo sonda il terreno per operare gli adeguati rinforzi in grado di irrobustire la rosa. Continua a parlarsi con insistenza di Mathias Vegnaduzzo in uscita dall’Ascoli, si allenano con la Viterbese Juri Marinelli (il tesseramento è questione di giorni), Enrico Polani e alcuni under dalla Berretti del Grosseto (soprattutto l’esterno destro classe ’95 di origine albanese Rejhan Kacka).

Ora tutti sono in discussione: dal tecnico (che ha avuto la seconda possibilità) ai giocatori (tre in settimana sono stati “tagliati): ognuno di fronte alle proprie responsabilità. La squadra dovrà dimostrare di saper reggere le pressioni di una società esigente, che chiede sempre il massimo. E che per agevolare un maggiore afflusso allo stadio ha ridotto i prezzi dei tagliandi per assistere alla partita (5 euro in curva, 10 in tribuna).

Ritornare al successo e guadagnare un po’ di serenità è l’obiettivo primario della Viterbese. Che di fronte si trova un avversario dal rendimento mutevole: l’Empolitana Giovenzano è capace di alternare cadute rovinose a sprazzi di bel gioco a cui unisce punti importanti. La società nasce dalla fusione di Pisoniano e Asd  Empolitana: l’allenatore è Alessandro Amici, altro profondo conoscitore della categoria. La formazione romana ha collezionato 12 punti in classifica, frutto di tre vittorie, altrettanti pareggi e quattro sconfitte: deve fare a meno di Deodati e Suppa appiedati dal giudice sportivo.

Solimina ha sulla carta tutti a disposizione. Anche Noviello e Pero Nullo hanno lavorato a pieno regime durante la settimana, ma solo uno dei due partirà dal primo minuto. Il tecnico ex Lariano (prossimo avversario di Coppa Italia) con tutta probabilità tornerà al 4-2-3-1, il modulo con cui i gialloblu hanno iniziato la stagione e che consente di far giocare tutti insieme gli uomini di maggior talento.

Non partirà dal primo minuto Pero Nullo che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe: più logico l’impiego dall’inizio di Giorgio Noviello, nel tridente alle spalle di Pacenza, con Cerone e Ghezzi. I due frangiflutti davanti alla difesa saranno Romondini e Faenzi, mentre tra i pali c’è il solito ballottaggio tra Gabriele Marini e Cima (senza andare andare a intaccare l’equilibrio degli under). Difesa confermata con Federici e Fapperdue perni centrali, Rausa e Toto esterni.

PIERO CAMILLI IN TRIBUNA A GROSSETO? -  Dalla Maremma giungono notizie che il Comandante Piero Camilli potrebbe assistere alla partita del Grosseto contro la Paganese allo stadio Zecchini. E sarebbe la prima volta in questa stagione. Camilli ha più volte ribadito che ha intenzione di vendere il Grosseto. Qualora non dovesse riuscirci non lo iscriverebbe al prossimo campionato di Lega Pro prima divisione.





Facebook Twitter Rss