ANNO 8 n° 295
Vento di Maestrale, dissequestrati gli atti del bilancio
Può riprendere la preparazione del documento a Palazzo dei Priori
13/06/2015 - 23:00

VITERBO – Dissequestrati gli atti relativi al bilancio di previsione posti sotto sequestro il 3 giugno scorso nell’ambito dell’operazione Vento di Maestrale. I documenti erano in parte nel computer e in parte in alcuni faldoni prelevati dall’ufficio di Stefano Quintarelli, il dirigente del settore Ragioneria, indagato per associazione a delinquere, truffa, frode in forniture alla pubblica amministrazione e falso. Il via libera al dissequestro, chiesto dal sindaco Leonardo Michelini, è stata data ieri dal Gip Francesco Rigato su parere favorevole del pubblico ministero Massimiliano Siddi.

A Palazzo dei Priori, da domani, potrà riprendere la predisposizione del bilancio di previsione 2015, che dovrà essere approvato entro il 30 luglio prossimo. Il percorso verso il voto finale in consiglio comunale si annuncia però lungo e tutt’altro che semplice. Il documento dovrà dapprima superare il vaglio della commissione, poi della giunta e, infine, del consiglio. Tra un passaggio e l’altro, il sindaco Michelini e l’assessore Luisa Cimbella dovranno rintuzzare gli ''assalti'' di gran parte dei consiglieri, di maggioranza e d’opposizione, a caccia di finanziamenti più o meno fondati, più o meno clientelari, più o meno pretestuosi, piò o meno finalizzati a seminare zizzania.

Ma quest’anno c’è un grosso problema in più: a preparare il bilancio dal punto di vista tecnico sarà proprio Quntarelli. La giunta ha deciso di non rimuoverlo dall’incarico, anche perché, visti i tempi strettissimi, non sarebbe stato facile sostituirlo. Secondo l’accusa, Quintarelli, in complicità con Ernesto Dello Vicario, dirigente del settore lavori pubblici e ambiente, e di Sara Polombi, funzionario del settore Lavori pubblici, avrebbe tenuto bordone alla Viterbo Ambiente, la società incaricata della pulizia delle strade cittadine, consentendole di incassare ingenti cifre per lavori che non avrebbe mai eseguito.

A scopo per così dire preventivo, la giunta ha nominato un esperto, il professor Giampaolo De Paulis che, a titolo gratuito, supporterà il sindaco Michelini e l’assessore Ciambella nella predisposizione del bilancio di previsione 2015. Dietro la nomina di de Paulis ci sarebbe anche un ''non detto'', cioè tranquillizzare i consiglieri comunali di maggioranza che, dopo la diffusione delle intercettazioni dei colloqui telefonici tra Dello Vicario e Quintarelli, hanno iniziato a chiedersi e a chiedere: ''Possiamo ancora fidarci di costoro?''.






Facebook Twitter Rss