ANNO 10 n° 21
Tre mosse per battere il Cynthia
Primo successo gialloblu in trasferta: a segno Pero Nullo (doppietta) e Morini
12/10/2014 - 16:54

di Domenico Savino

CYNTHIA - VITERBESE CASTRENSE 0-3

CYNTHIA (4-3-3) Serpietri; Cacciotti, Leccese, Bagaglini, Carta; Martena (dal 1' s.t. Rosella), Bianchi, Bellini; Vignolo (dal 15' s.t. Tabarini), Di Bartolomeo, Peressini A DISPOSIZIONE Scarsella, Tabascio, Panella, Marchetti, Alonzi, Alessandroni, De Angelis ALLENATORE Rughetti

VITERBESE CASTRENSE (4-4-2) Fadda; Perocchi, Scardala, Gimmelli, Pacciardi; Ciaramelletti (dal 38' Faenzi), Nuvoli, Spinelli, Pero Nullo (dal 27' Morini); Pippi (dal 32' Giannone), Saraniti A DISPOSIZIONE Zonfrilli, Pingitore Cirina, Dalmazzi, Tuniz, Angelilli ALLENATORE Ferazzoli

ARBITRO Gariglio di Pinerolo (Micaroni e Basile)

RETI nel p.t. al 42' Pero Nullo (V); nel s.t. al 25' Pero Nullo (V), al 43' Morini (V)

NOTE giornata coperta, terreno in buone condizioni Ammoniti Bagaglini per il Cynthia Perocchi e Spinelli per la Viterbese Espulso Bagaglini per il Cynthia Angoli 2-4 per la Viterbese Recupero 1 + 4

VITERBO - Trova il primo successo in trasferta la Viterbese. E lo fa nell'imbuto di Genzano contro il Cynthia: sono una doppietta di Pero Nullo e un sigillo di Morini a spingere i gialloblu verso i tre punti. E' stata una partita complicata, molto fisica giocata prevalentemente a centrocampo con pochi guizzi e tanta corsa. Vincere in questi casi è comunque un merito: significa saper soffrire, indossare l'elmetto e adattarsi a tutte le condizioni. I gialloblu hanno saputo districarsi in una partita di difficile lettura: il Cynthia l'ha messa sul piano del pressing e della qualità fisica. Servivano degli episodi per sbloccarla e sono arrivati dalle punizioni di Pero Nullo: il fantasista ha avuto il piede caldo e se in una prima occasione il portiere gli ha dato una mano nella seconda ha disegnato una traiettoria perfetta. I romani sono anche rimasti in dieci uomini: rosso a Bagaglini che ha azzoppato qualsiasi tentativo di rimonta.

Ferazzoli rispolvera le due punte e presenta una Viterbese d'attacco. La fantasia è sulle ali: Pero Nullo è libero di inventare sulla sinistra, dalla parte opposta si schiera Ciaramelletti. Davanti alla difesa ci sono Nuvoli e Spinelli che si dividono i compiti di rottura e impostazione. L'idea è on lasciare un attaccante da solo a combattere contro l'intera difesa. Cambia anche in difesa dove a Scardala viene affiancato Gimmelli, Federici non va neanche in panchina. Rughetti deve fare meno dello squalificato Errico e conferma il 4-3-3: l'attacco è molto mobile affidato alla corsa di Peressini e al fisico di Di Bartolomeo.

Molto attenta la condotta di gara da parte dei castellani romani: non vengono lasciati e c'è una adeguata pressione sui portatori di palla. La Viterbese deve adattarsi ad una partita spigolosa, molto fisica e bloccata. Il Cynthia non lascia giocare i gialloblu: tanta corsa soprattutto nella zona mediana per tappare le fonti di gioco. E allora bisogna andare sugli esterni che non sempre sono imbeccati a dovere. Ne viene fuori un enorme imbuto dal quale non è semplice uscire.

Taccuino sporcato di rado: ci prova Saraniti ma la sua conclusione si spegne a lato (14'), poi Pippi non sfrutta un cross di Pero Nullo (28'). Il Cynthia si affida ai lanci lunghi a scavalcare il centrocampo per trovare subito le punte. L'unico lampo offensivo è una incursione in area di Martena che si perde a lato (29'). I gialloblu non riescono comunque a sprigionare la loro potenza: sono sempre costretti a forzare le giocate o ad avere pazienza nel far girare la palla. Tuttavia trovano il vantaggio: Pero Nullo su punizione indovina la traiettoria giusta anche se c'è la complicità del portiere Serpietri (42').

Nella ripresa il Cynthia prova ad aumentare il proprio volume di gioco: non c'è più la necessità da parte dei romani di contenere, ma di affondare. Non ci sono grosse occasioni e Rughetti getta nella mischia Rosella e Tabarini per Martena e Vignolo. Ma la gara cambia verso dopo l'espulsione di Bagaglini, fallo da ultimo uomo su Saraniti: sulla punizione seguente Pero Nullo è implacabile e raddoppia (25'). Adesso la Viterbese è più tranquilla: Ferazzoli inserisce Morini, Giannone e faenzi per Pero Nullo, Pippi e Ciaramelletti: blinda il centrocampo e gestisce il finale. E c'è anche il tempo per il terzo gol di Morini (assist di Saraniti).

Sesta giornata 12/10/2014

Anziolavinio - Isola Liri                   
0-0
Astrea - Fondi 2-2
Budoni - San Cesareo 3-3
Cynthia - Viterbese Castrense 0-3
Ostiamare - Nuorese 4-0
Palestrina - Aprilia 2-3
Selargius - Arzachena 2-6
Sora - Lupa Castelli Romani 0-1
Terracina - Olbia 1-1

Classifica dopo la 6° giornata

Ostiamare        15
Lupa Castelli Romani          14
Viterbese 11
Aprilia 11
Arzachena 10
Terracina
10
San Cesareo
9
Olbia 8
Nuorese 8
Sora 7
Astrea 7
Fondi 7
Cynthia 6
Budoni
5
Anziolavinio
5
Isola Liri 4
Selargius 3
Palestrina 3

Isola Liri e Palestrina un punto di penalizzazione

Prossimo turno 19/10/2014

Arzachena - Terracina

Fondi - Palestrina

Isola Liri - Cynthia

Lupa Castelli Romani - Astrea

Nuorese - Aprilia

Olbia - Anziolavinio

San Cesareo - Ostiamare

Selargius - Sora

Viterbese Castrense - Budoni





Facebook Twitter Rss