ANNO 7 n° 322
Siena troppo cinico, non basta il bel gioco gialloblu
Jefferson dona illusione ai tifosi, ma i toscani sono concreti e chiudono il match
22/10/2017 - 22:22

VITERBO - La partita degli ex: cinque se contiamo il neo diesse gialloblu Nelso Ricci. La Viterbese ritrova Neglia e Cruciani. La Robur Siena saluta Celiento. Ma è anche la gara degli esperti come Marotta che, dopo 4 minuti, gela il Rocchi mai così pieno. Proprio come lo scorso anno: veloce e sotto la nord. Nonostante il goal, nel primo tempo, i timori della vigilia svaniscono. La Viterbese, infatti, reagisce nel modo giusto e si porta verso la porta più volte della Robur Siena.

Tortori prova e riprova e sfiora più volte il pareggio. Ma al Siena basta andare in avanti una sola volta per mettere di nuovo tutti a tacere. Una dormita a centrocampo di Sanè, infatti, basta per risollevare il morale dei bianconeri. La palla passa sui piedi di Guberti che non sbaglia e raddoppia. E il duplice fischio accompagna tutti negli spogliatoi tra gli screzi. Claudio Mele, sostituto di Nofri Onofri che deve scontare la sua ultima giornata di squalifica, decide di cambiare qualcosa per scuotere l'ambiente. E torna in campo con Mendez al posto di uno spento Vandeputte.

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo: sono i padroni di casa a primeggiare per gioco, ma il Siena rimane il più cinico. CI vuole un rigore per accorciare le distanze e alzare il morale di un Jefferson distratto. Alla mezzora del secondo tempo è brutto il fallo che atterra Celiento in area: il brasiliano, dal dischetto, non sbaglia e ravviva le speranze dei tifosi di casa. Eppure nulla spaventa un Siena più concreto che mai.

I toscani chiudono il match a dieci minuti dalla fine: ancora una volta è un goal che regala i meriti a Marotta. L'attaccante corre lungo il campo terminando il contropiede con un passaggio per Campagnacci che, da pochi centimetri, insacca. Il finale è solo un goal annullato alla Viterbese e l'espulsione di Tortori per somma di ammonizioni. 






Facebook Twitter Rss