ANNO 8 n° 350
Rudy Guede rimane l'unico colpevole
Omicidio Meredith, la Corte di Cassazione respinge il ricorso
21/02/2018 - 20:17

VITERBO -  Rudy Guede rimane l'unico colpevole dell'omicidio di Meredith Kercher. Lo ha stabilito la quinta sezione della Corte di Cassazione chiamata a pronunciarsi sul ricorso presentato dai difensori dell'ivoriano che sta scontando, presso il carcere Mammagialla di Viterbo, una pena a 16 anni per l’omicidio della studentessa inglese avvenuto a Perugia la sera del primo novembre del 2007. Condannato con il rito abbreviato, attualmente il suo fine pena è previsto nei primi mesi del 2022.

Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi, legali di Guede, avevano presentato ricorso contro il no alla revisione del processo arrivato dalla prima sezione penale della corte di appello di Firenze il 10 gennaio dello scorso anno. Oggi, in serata, il verdetto della Suprema Corte, in linea con quanto stabilito dall'assise fiorentina: non c'è nessuna incompatibilità tra la sentenza definitiva che confermò nel 2010 la condanna di Guede per omicidio in concorso e la sentenza che nel 2015, invece, assolse Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Accolta la richiesta del sostituto pg Ferdinando Lignola che stamani, nella sua requisitoria, ha sottolineato che ''la responsabilità di Guede tiene a prescindere dalla responsabilità degli altri''.







Facebook Twitter Rss