ANNO 8 n° 23
Non ti curar di loro ma segna e passa
Curva ancora vuota, ma Bertotto non si ferma e passa anche in coppa
06/09/2017 - 17:45

VITERBO - La Viterbese scende in campo con un nuovo assetto: Valerio Bertotto continua sulla scia del tourn over di coppa Italia iniziato con l'Arzachena in terra sarda. Manca anche Iannarilli in porta. Ma nella fase iniziale, dopo qualche minuto di equilibrio, è l'Olbia a portarsi in avanti il maggior numero di volte. I gialloblu rimangono ancorati al fatto che basterebbe un pareggio per passare e non reagiscono a dovere.

L'occasione più pericolosa è proprio dei sardi e parte dai piedi di Arras che, da fuori area, prova a sorprendere Pini che devia in calcio d'angolo. La reazione arriva solo al venticinquesimo, quando Mendez impensierisce Van der Want sfiorando il palo. Per sbloccare il risultato, ai laziali, servono 34 minuti. Razziti sbaglia un goal da distanza inesistente e, sull'azione immediatamente successiva, raccoglie una respinta di Van der Want e insacca con facilità. Nel secondo tempo i ritmi si alzano e le occasioni piovono da entrambe le parti del campo.

Al 76' Senesi viene atterrato in area al termine di un contropiede e l'arbitro decreta il calcio di rigore. Ragatzu, ex Cagliari, beffa Pini e accorcia le distanze. Ma basta poco: appena cinque minuti. All'80', infatti, Cenciarelli riporta i suoi in vantaggio. Razziti lo serve al termine di un contropiede e lui non sbaglia. Gli ultimi minuti, i gialloblu, li vivono con molta tranquillità: all'Olbia servono due goal per qualificarsi. 

Ma i gialloblu si rilassano troppo e, al 90', Feola li spaventa raccogliendo un assist di Ragatzu. Ma mancano solamente due minuti di recupero e, per i sardi, sono pochi per ribaltare la situazione. 






Facebook Twitter Rss