ANNO 9 n° 171
Due squilli di Addessi, la Viterbese c'è
Una doppietta dell'esterno gialloblu piega il San Cesareo, primi punti per Sanderra
16/09/2015 - 16:35

SAN CESAREO – VITERBESE 0-2

SAN CESAREO (4-3-3): Sabelli, Olivieri (dal 5'st Rossi), Toto, Stazzi, Benedetti, Rufini, De Marco, Blandino, Tozzi, Sabelli (dal 36'st Bendia), Leonardi. Allenatore: Coscia. A disposizione: Novara, Tagliaboschi, Tentoni, Santilli, Utzeri, Placidi, Taverna.

VITERBESE (4-3-3): Pini, Perocchi, Scardala, Dierna, Pandolfi, Giannone, Nuvoli, Belcastro (dal 30'st Oggiano), Neglia (dal 42'Cuffa), Addessi, Nohman (dal 36'st Romeo). Allenatore: Sanderra. A disposizione: Mastropietro, Dalmazzi, Pace, Menestrina, Fè, Pacciardi.

Marcatori: 39' Addessi, 61' Addessi

Arbitro: Fusco di Brindisi (Colasanti e Garelli)

Ammoniti: Perocchi per la Viterbese, De Marco, Sabelli e Blandino per il San Cesareo

Angoli: 5-6 per la Viterbese

VITERBO – Missione compiuta per la Viterbese Castrense di Stefano Sanderra, che conquista la prima vittoria della sua nuova avventura nella Tuscia e cancella così la falsa partenza a Ostia Lido. Contro il San Cesareo i gialloblu faticano un po' a far valere il proprio tasso tecnico decisamente superiore, bloccati per quasi tutta la prima metà gara da un avversario aggressivo e dal forte vento. La copertina di giornata se la prende tutta il giovane Addessi, esterno capace prima di sbloccare il risultato su assist di un ottimo Neglia, poi di chiudere i giochi nella ripresa con una travolgente azione personale. Bene anche lo stesso Neglia e il pacchetto arretrato, su tutti il terzino Pandolfi. Davanti Nohman, pur rimanendo ancora a secco, ha fatto vedere grinta e voglia di mettersi a disposizione dei compagni.

A caccia dei primi punti preziosi dopo il passaggio a vuoto contro l'Ostiamare, Sanderra conferma la formazione scesa in campo soltanto per pochi istanti contro l'Albalonga prima del triplice fischio anticipato causa nubrifagio. Gialloblu in campo dunque con il 4-3-3, con Scardala e Dierna a protezione del giovane portiere Pini e la coppia Perocchi-Pandolfi sulle fasce difensive. Giannone riprende il suo posto in mezzo al campo come per tutta la scorsa stagione, al fianco di Nuvoli e Belcastro con Nohman riferito principale in avanti affiancato da Neglia e da Addessi. Modulo speculare per il San Cesareo di Coscia, ancora imbattuto con un pareggio e una vittoria nelle prime due uscite: retroguardia a quattro con Benedetti e Rufini centrali e Tozzi nel ruolo di centravanti.

La partita fatica a decollare, ostacolata anche dal forte vento che rende difficile far circolare con precisione il pallone. Sugli spalti presenti come sempre i tifosi della Viterbese, arrivati a San Cesareo in una trentina. I padroni di casa partono aggressivi, rendendosi pericolosi in mischia su un paio di calci piazzati, poi il ritmo cala e le squadre faticano a trovare varchi per rendersi pericolose. Al 15' è Neglia, uno dei più intraprendenti, a farsi vivo con un'azione personale: il furetto gialloblu entra in area e prova a sorprendere Sabelli, ma la sua conclusione è debole e centrale.

Succede poco o nulla fino alla mezz'ora, con gli ospiti a fare la partita senza però costruire grosse occasioni e il San Cesareo ad attendere gli avversari, pronto a colpire in ripartenza. Nohman, ancora a caccia della prima gioia stagionale, ci prova al 34' dopo un bel contropiede, ma la conclusione da posizione interessante è sballata e non inquadra lo specchio della porta. Come sempre, le partite scialbe possono accendersi soltanto grazie all'invenzione dei singoli, e in questo la Viterbese conta uomini dal tasso tecnico decisamente superiore.

E così al minuto 39 il risultato si sblocca a sorpresa. Merito di un'invenzione di Neglia, che pesca in area Addessi con un taglio preciso che sorprende la retroguardia di casa mettendo l'esterno in condizione di calciare a rete dal cuore dell'area di rigore: sinistro indirizzato all'angolino e il tabellino recita 1-0 per gli ospiti. Il gol ridà subito fiducia alla squadra gialloblu, che prima dell'intervallo sfiora il raddoppio sempre con Neglia ispirato da una sponda di Nohman: botta dal limite e pallone alto di un soffio.

Il San Cesareo non ci sta, e a inizio ripresa spinge subito sull'accelleratore: Leonardi chiama Pini al primo intervento impegnativo costringendolo alla respinta in angolo, sugli sviluppi della mischia successiva è Toto a provarci da fuori ma la sua sventola termina di poco sopra la traversa. La verve offensiva dei padroni di casa regala però spazi pericolosi alla Viterbese, che può così sfruttare al meglio le armi a disposizione: al 59' Nohman si presenta in area servito da un lancio di Belcastro e calcia con violenza, trovando però la risposta di Sabelli. Tempo due minuti e ancora Addessi firma il raddoppio: grande azione personale dell'esterno gialloblu, protagonista assoluto di giornata, che si accentra e batte di nuovo il portiere avversario con u tiro angolato.

Due a zero e partita virtualmente in ghiacciaia, con la Viterbese che forte del duplice vantaggio si limita a sfruttare le chance offerte a ripetizione dalla sbilanciatissima squadra avversaria: Giannone ci prova su punizione senza però sorprendere Sabelli, poi è Neglia a sfiorare il tris al 70' trovando la risposta dell'estremo difensore del San Cesareo. Sanderra regala l'ultimo quarto d'ora a Fabio Oggiano, rientrato a Viterbo nelle ultime battute di calciomercato estivo: Addessi retrocede sulla linea dei tre di centrocampo, lasciando all'esterno sardo il ruolo di ala. Nohman, volenteroso ma ancora a secco, cede invece il posto a Romeo che ha subito un'occasione tra i piedi ma arriva leggermente in ritardo su un cross invitante di Perocchi.

Il finale di gara regala poche apprensioni: dopo una reazione in avvio, i padroni di casa si arrendono alla superiorità gialloblu, che di contro provano ad arrotondare il risultato senza successo. Oggiano e Nuvoli ci provano da fuori senza centrare il bersaglio, Romeo impegna ancora Sabelli mentre i minuti scorrono veloci fino al triplice fischio. Arrivano i primi tre punti importanti per la Viterbese, che cancella così lo zero dalla casella punti conquistati e può ora guardare con più serenità un campionato ancora lungo e impegnativo. Prossimo appuntamento domenica prossima al Rocchi quando arriverà il Budoni, prima avversaria sarda sul cammino dei ragazzi di Sanderra.





Facebook Twitter Rss