ANNO 9 n° 325
Caninese al lavoro, Centaro: ''Faremo bene''
08/08/2013 - 04:00

VITERBO - (d.s.) Si rituffa nel campionato di Eccellenza la Caninese. Dopo una prima parte d'estate vissuta pericolosamente nell'incubo di non iscriversi al massimo campionato di calcio regionale, adesso si inizia a fare sul serio. Da lunedì 8 agosto la squadra è in ritiro a Canino per preparare il campionato che verrà. Diversi sono i volti nuovi per la stagione 2013/2014. Uno su tutti è quello del tecnico. Nonostante la salvezza ottenuta all'ultima giornata dello scorso campionato non è stato confermato Massimo Castagnari che è riuscito ha centrare l'obiettivo nell'anno del centenario della società.

Il nuovo timoniere è un tecnico giovane, ma già affermato: Enrico Centaro che si è fatto le ossa due anni fa nella Virtus Bolsena, prima di approdare alla corte della famiglia Camilli a Grotte di Castro. Nonostante qualche incomprensione, Centaro ha conquistato la promozione in Eccellenza e dopo l'approdo dei Camilli a Viterbo ha ritrovato la categoria sulla panchina della Caninese. Una bella sfida per il trainer di Montefiascone che non si vuole porre obiettivi: ''Non mi piace ragionare dicendo che il nostro obiettivo è la salvezza - dice Centaro -. Sono più propenso a dire che la mia squadra farà un buon campionato, che si toglierà belle soddisfazioni. Ci sono dei giovani da valorizzare, c'è una buona ossatura che deriva dal campionato scorso''.

Eppure questo torneo sembra molto difficile. Tante squadre attrezzate per il salto di categoria, tante formazione che vogliono vincere, giocatoric he hanno accettato l'Eccellenza come una sfida: ''In generale sarà un campionato molto complesso, ma non mi sento battuto in partenza - afferma -. Il livello è molto elevato e la presenza della Viterbese Castrense alza ulteriormente l'asticella''.

Tuttavia alcuni ragazzi allenati da Centaro lo hanno seguito nella nuova avventura maremmana: Chiaranda e Nicolini sono due uomini affidabili, Lorenzini è arrivato dalla Vigor Acquapendente, è rimasto l'under Ihenacho. Poi ci sono i grandi, i trascinatori che hanno fatto da chioccia per i più piccoli e hanno tagliato il traguardo della salvezza: il portiere Castra (una sicurezza tra i pali), gli attaccanti Fabio Goretti e Giuseppe Paoloni (quest’ultimo che rientra dopo l’infortunio al ginocchio). Non fanno più parte della comitiva Parla, Elisei, Boriello e Renzani.

Il programma del ritiro dei maremmani prevede allenamenti pomeridiani fino a venerdì 9 agosto, sabato 10 doppie sedute fino al 13, quindi pausa a cavallo di ferragosto, e altri allenamenti doppia fino al 18. Stilato anche il calendario delle amichevoli. Sabato partita in famiglia per sciogliere e gambe. Poi il 13 contro la Flaminia Civita Castellana a Capranica e in sequenza nei giorni successivi Corneto Tarquinia e Vigor Acquapendente; il 31 agosto un triangolare a Canino con Tolfa e Guidonia, mentre il 7 settembre altro torneo a Bolsena contro Virtus e San Lorenzo Nuovo. Il campionato inizia una settimana dopo (domenica 15 settembre).





Facebook Twitter Rss