ANNO 10 n° 19
Calcio - Serie D Passo avanti della Viterbese:3-0 al Terracina
22/03/2015 - 16:22

VITERBESE – TERRACINA 3-0

VITERBESE (4-4-2): Zonfrilli, Perocchi, Scardala, Dalmazzi, Pingitore, Nuvoli (dal 40’st Faenzi), Giannone, Neglia, Morini (dal 10’st Assenzio), Pippi, Pero Nullo (dal 25’st Fanasca). Allenatore: Ianni. A disposizione: Coretti, Ghezzi, Adriambelo, Varricchio, Gimmelli, Faenzi, Giurato.

TERRACINA (5-3-2): Inbimbo, Gurgui, Anzalone, Benedetti, Baldassarre, Zeppieri (dal 28’st Marconi), Marfisi, Giglio, Rondinelli, Di Bartolomeo (dal 31’st Bartolomeo), Flamini (dal 19’st Bispuri). Allenatore: Farinelli. A disposizione: Ferrieri, Bispuri, Ciotoli, Turriziani, De Santis, Salati.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta (Perna e Valente).

Note: Partita disputata con le curve chiuse, terreno in buone condizione. Giornata piovosa.

Ammoniti: Benedetti e Zeppieri del Terracina, Morini, Nuvoli e Neglia della Viterbese.

Angoli: 8-1 per la Viterbese.

Marcatori: 39’ Pero Nullo, 57’ Assenzio, 85’ Pippi.

Recupero: 1’+ 3’

VITERBO – Missione compiuta per la Viterbese, che porta a casa tre punti contro un Terracina volenteroso ma francamente parso davvero poca cosa. Tre a zero il risultato finale dopo un primo tempo giocato sottotono, con tanta difficoltà nel trovare varchi in attacco a causa del generoso pressing avversario. Il gol di Pero Nullo, ispirato da Pippi, ha aperto le danze. Nella ripresa, con gli ospiti in netto calo fisico, Assenzio e lo stesso Pippi hanno arrotondato il punteggio. Un passo avanti verso la ricerca della miglior condizione, anche se l’intensità chiesta da Ianni latita ancora.

Ianni non sconfessa il 4-3-3 scegliendo Neglia come terzo mediano insieme agli intoccabili Nuvoli e Giannone, con Pero Nullo e Morini ai lati della prima punta Pippi. Dietro ritrova una maglia da titolare Dalmazzi, al rientro dalla squalifica, al fianco di capitan Scardala. L’altra novità è sulle fasce difensive, con Pingitore che sostituisce Tuniz. Non sono della sfida, come anticipato, Saraniti e Fadda, puniti per un ritardo agli allenamenti.

L’atteggiamento del Terracina è chiaro fin dalle prime battute: squadra bassa, sei-sette uomini costantemente dietro la linea della palla con Di Bartolomeo a fare da boa per innescare eventuali ripartenze di Rondinelli e Flamini. La Viterbese spinge fin dalle prime battute e ha una grossa chance al 12’: scambio Morini-Pippi-Morini, botta centrale dell’esterno gialloblu respinta da Inbimbo e sul tap-in di Pero Nullo è Gurgui a immolarsi deviando in angolo. Al quarto d’ora è Neglia a farsi pericoloso sfruttando una sponda di Pippi, ma ancora una volta la sua conclusione è murata in corner.

La partita, a quel punto, si spegne. La Viterbese tiene bene il campo ma fatica a trovare valide soluzioni offensive. Il Terracina aspetta per poi far scattare puntuale il pressing sul portatore di palla, Pippi si sbatte nel tentativo di offrire sponde ai compagni senza fortuna. A sbloccare la gara, dopo una parte centrale abbastanza noiosa, è una grande giocata individuale. Al 39’ Pero Nullo si accentra e serve Pippi, che di tacco chiude il triangolo con il folletto umbro: destro a giro e 1-0. La Viterbese sfrutta l’onda del momento positivo e sfiora il raddoppio un minuto dopo, ma la conclusione di Morini, servito ancora con il tacco da Nuvoli, è prima smorzato dal piedone di Inbimbo e poi allontanato definitivamente da Benedetti.

Ianni a inizio ripresa sostituisce Morini, volenteroso ma inconcludente, con Assenzio, avanzando Neglia nel tridente d’attacco. La mossa paga subito: minuto 11 della ripresa, il centrocampista gialloblu tocca il suo primo pallone infilando in rete un bel cross dalla sinistra di Pero Nullo. Al quarto d’ora è Pippi ad andare vicino al tris, ma la sua zuccata su angolo di Giannone termina a lato di poco. Entra anche Fanasca al posto di uno stanco Pero Nullo, il Terracina non ha più la forza per pressare efficacemente come nella prima frazione e la Viterbese, senza alzare troppo i ritmi, trova spazi nella retroguardia ospite. Al 26’ conclusione al volo di Pippi sulla quale Inbimbo vola con la mano destra deviando a lato.

Neglia, tra i migliori in campo, spara su Inbimbo alla mezzora dopo un bel taglio in area di rigore. Sul corner successivo, ancora Inbimbo protagonista: il portiere del Terracina blocca a ridosso della linea di porta un colpo di testa di Assenzio, evitando il 3-0. Gli ospiti non ci sono più e si trascinano in campo in attesa del triplice fischio. Pippi manca l’appuntamento con il gol su un invitante crossi di Nuvoli dalla destra, calciando al voli di poco a lato. Il bomber brasiliano timbra il cartellino al 40’, sfruttando un gentile omaggio di Inbimbo, fin lì quasi perfetto tra i palli: l’estremo difensore svirgola clamorosamente il pallone dopo un retropassaggio di Benedetti, per Pippi è un gioco da ragazzi involarsi e depositare in rete nella porta ormai sguarnita.





Facebook Twitter Rss