ANNO 10 n° 19
Viterbese, si lotta per la Lega Pro
Nei prossimi giorni saranno completati gli organici, gialloblu in prima linea
05/08/2015 - 00:00

VITERBO - Poco doveva cambiare e, a conti fatti, poco è cambiato. Il Consiglio Federale della Figc che si è svolto ieri non ha scombinato granché le carte, limitandosi a certificare il ripescaggio del Brescia in serie B e quello di Pordenone e Albinoleffe tra i professionisti.

Niente di nuovo sotto il sole estivo per la Viterbese Castrense, che aveva presentato domanda incompleta dei 500 mila euro a fondo perduto e che quindi non è rientrata, come preventivabile, tra le squadre che hanno fatto il grande salto.

Finita? Non ancora. Come già annunciato nei giorni scorsi sulle pagine de Il Messaggero, infatti, la famiglia Camilli è pronta ad andare fino in fondo nella sua battaglia, decisa a giocarsi tutte le carte a disposizione per realizzare il grande sogno dei tifosi gialloblu.

Anche perché, come dimostra la scorsa stagione, vincere la serie D è sempre facile ad agosto sotto l'ombrellone e sempre maledettamente difficile quando poi ti trovi a che fare con campacci, avversari agguerriti, torti arbitrali e via dicendo.

Ecco, allora, che la società di via della Palazzina è pronta a fare ricorso e proseguire per la sua strada. Anche perché il Consiglio Federale si è sì limitato a certificare il ripescaggio delle squadre in regola, ma non si è espresso su una diminuzione degli organici del campionato. Si parla di 3 gironi da 18, ma senza un'effettiva riforma logica vorrebbe che, qualora altre squadre si mettessero in regola, si dovrebbe procedere a integrarle fino a raggiungere quota 60.

Due le strade, quindi: sborsare la gravosa tassa da 500 mila euro, opzione che però al momento non sembra interessare gli stessi Camilli. Oppure puntare il dito proprio contro il fondo perduto, chiedere che sia riconosciuto come illegittimo e provare la scalata senza mettere di nuovo mano al portafogli. 

Staremo a vedere. Intanto i tifosi si godono il rinnovo di Nuvoli, rimasto insieme a Scardala per proseguire l'avventura al Rocchi, e il doppio colpo Pomante-Dierna in difesa, due centrali di grande esperienza in arrivo da Ancona e L'Aquila. Come dire che, nella peggiore delle ipotesi, la Viterbese è pronta a crearsi la sua Lega Pro personale, mandando sul campo un squadrone con la ''s'' maiuscola.





Facebook Twitter Rss