ANNO 9 n° 82
Viterbese vincente in Sicilia
Battuta la Sicula Leonzio con Pacilli e Polidori. Gialloblu fuori dalla zona play out
30/12/2018 - 18:28

VITERBO – Viterbese d'autorità, Sicula Leonzio al tappeto. I gialloblù di Sottili vincono all'inglese rendendo amarissima la fine dell'anno dei bianconeri che provano a giocare ma che si trovano, di fronte, un autentico muro. Primo tempo di netto controllo con pochissime emozioni, nella ripresa un colpo d'acceleratore, il rigore contestato dai siciliani quindi lo splendido raddoppio che ha chiuso la partita anzitempo. Applausi a questa Viterbese che non si capisce il perché sia così indietro in classifica (recuperi esclusi ovviamente).

Primo tempo che comincia al piccolo trotto con le due squadre che si fronteggiano come pugili che aspettano il momento giusto per colpire il punto debole dell'avversario. La Sicula Leonzio cerca di attaccare con grande attenzione, vista la verve di Pacilli che sembra abbastanza in palla. Dopo un inizio piuttosto equilibrato le compagini si scaldano. Le ostilità le apre Ripa, al 20', quando riceve un lancio da Marano, si gira e scaglia una saetta improvvisa che dà solo l'illusione del gol. La sfera, infatti, colpisce il palo di sostegno esterno della porta facendo sussultare i sostenitori bianconeri. Siciliani che ci credono: al 28' angolo di Gammone per Aquilanti che va in ottima torsione, Forte c'è e blocca con sicurezza. La Viterbese non gioca male, tutt'altro, ha solo il limite di non riuscire ad affondare il colpo una volta arrivata ai 25 metri avversari. Al 35' l'occasione giusta capita sulla testa di Rinaldi che, in proiezione offensiva, anticipa tutti su angolo di Damiani, colpisce di testa elevandosi anche sopra Palermo e manda la palla ad un passo dal palo. La più ghiotta occasione per passare in vantaggio del match. Il primo tempo fila via senza altri sussulti nonostante nel finale la partita si accenda un po', merito delle squadre che si allungano rendendo più frizzante la gara. Da segnalare un colpo di testa di Palermo alto di poco ed una stilettata di Sainz-Maza tra le braccia di Forte al 40'.

Nella ripresa inizio equilibrato, come al solito, poi, all'8', cross da destra per Bismarck che prova una rovesciata, Gammone ci mette una mano, l'arbitro indica il dischetto senza discussioni. PAcilli trasforma e porta in vantaggio la Viterbese. La Sicula schiuma rabbia, al 23' Sainz-Maza calcia una punizione saettante a fil di traversa, Forte manda in angolo. Partita vibrante e maschia, siciliani all'assalto con Marano, ex di turno, a guidarli con la baionetta in canna. Torrente prova a cambiare qualcosa, Sottili, invece, azzecca tutti i cambi rivoluzionando l'attacco. Cross di Vandeputte al 33' per Polidori, ottimo spunto, tocco di rapina alle spalle di Narciso per il 2-0 ospite. Finale con i siciliani che provano inutilmente a rientrare in partita. La Viterbese mantiene saldamente le redini della gara e chiude con un successo strameritato.

LEONZIO (4-3-2-1): Narciso; M. Esposito, De Rossi, Aquilanti, Squillace; G. Esposito (21' st Cozza), Marano , D'Angelo (21' st Vitale); Gammone (31' st De Felice), Sainz-Maza; Ripa. In panchina: Polverino, Brunetti, Talarico, Petta, Palermo, Russo. Allenatore: Torrente.

VITERBESE (4-3-2-1): Forte; De Giorgi, Sini, Rinaldi, De Vito; Damiani, Palermo, Baldassin; Pacilli (28' st Zerbin); Bismark (18' st Vandeputte), Saraniti (28' st Polidori). In panchina: Micheli, Schaeper, Messina, Atanasov, Milillo, Artioli, Bovo, Cenciarelli. Allenatore: Sottili.

ARBITRO: Cascone di Nocera

RETI: 9' st Pacilli su rig., 33' st Polidori

NOTE: Accesi i riflettori al 20' pt. Spettatori 1500 circa. Ammoniti: Forte, De Rossi, D'Angelo. Angoli: 3-3 (1-3 pt). Recupero pt 2', st 3'





Facebook Twitter Rss