ANNO 7 n° 205
Via Flaminia, pulizia straordinaria
Rimossi cinque quintali di rifiuti
20/03/2017 - 15:20

Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Civita Castellana 

CIVITA CASTELLANA - Cinquecento chilogrammi di rifiuti abbandonati lungo la via Flaminia sono stati rimossi lunedì mattina dalla società che cura la raccolta del Comune di Civita Castellana. La pulizia straordinaria si è resa necessaria per il fatto che il margine della strada era cosparso di immondizia abbandonata.

''Il controllo del territorio è costante grazie alla collaborazione della polizia locale e della Sate, così come l’attenzione per i casi, come la via Flaminia, in cui vengono accumulati rifiuti non gestiti correttamente tramite la raccolta differenziata – ha spiegato l’assessore all’Ambiente di Civita Castellana, Vanessa Losurdo – Per dare un ulteriore segnale forte di presenza e di partecipazione a questa situazione si sta organizzando, con i partecipanti al tavolo dell’ambiente, una giornata di pulizia straordinaria, con cui si andranno a ripulire soprattutto le zone di ingresso alla città. Ricordo a tutti che la partecipazione al tavolo dell’ambiente, una realtà il cui impegno cresce di giorno in giorno, è libera ed aperta a tutti i cittadini che abbiano a cuore il rispetto dell’ambiente e che vogliano attivarsi nella pratica per far sì che questo venga garantito''.

L’ultima riunione del tavolo dell’ambiente si è tenuta lo scorso 13 marzo alla presenza dei dirigenti e dei tecnici dell’azienda Ecosantagata Srl, a seguito delle notizie, rivelatesi poi insussistenti, di conferimento di rifiuti dal Comune di Acerra presso un’azienda sita nel territorio comunale, per verificare la consistenza dei fatti citati. L’Ecosantagata ha di nuovo smentito le notizie riferite dalla stampa e ha ribadito in particolare che non è avvenuto alcun conferimento di rifiuti provenienti da Acerra, anche in considerazione che trattandosi di rifiuti urbani indifferenziati (ecoballe) il loro smaltimento/trattamento, secondo la legislazione vigente, potrebbe avvenire solo nell’ambito della regione di produzione. La direzione aziendale ha inoltre invitato amministratori comunali, associazioni e cittadini a visitare il sito per ottenere qualsiasi chiarimento e fugare ogni dubbio in merito.







Facebook Twitter Rss