ANNO 9 n° 323
Ti siedi per un panino e una birra? Rischi 500 euro di multa
Centro storico, Arena firma ordinanza anti bivacco: vietato sdraiarsi sulle panchine o riposarsi su muretti e gradini. Se mangiate non si può ''apparecchiare''
18/10/2019 - 05:08

VITERBO - (sim.lup.) - Ti siedi per un panino e una birra? Scatta la multa. 

Stretta sul decoro da parte dell’amministrazione Arena. Stamani il sindaco firmerà un’ordinanza contro chi bighellona per il centro storico: da oggi sarà vietato, solo per fare alcuni esempi, sedersi sulla scalinata della chiesa di Sant'Angelo in Spatha, sempre affollata all'imbocco di via Roma, sui gradini di Fontana Grande, così come su quelli di case e palazzi, o sdraiarsi su una panchina a piazza delle Erbe. Ma guai anche ad ''apparecchiare'' se dovete consumare panino e birra, o pizza e cola. Le nuove regole saranno subito trasmesse a polizia locale e forze dell’ordine perché vengano fatte rispettare e resteranno in vigore fino al 6 gennaio. Per chi trasgredisce le multe sono salatissime: vanno da 25 a 500 euro.

Il sindaco ha annunciato il giro di vite ieri sera durante il consiglio comunale dedicato al centro storico. Arena ha chiesto la parola dopo l’intervento del consigliere Alfonso Antoniozzi, quando la seduta era già cominciata da un pezzo. Con voce ferma ha detto: ''A proposito della ripresa del centro storico vi annuncio un provvedimento che firmerò nelle prossime ore''. E poi ha iniziato a leggere il contenuto dell’ordinanza. Ma cosa è previsto di preciso?

''E’ posto il divieto – recita il documento - di sedersi, sdraiarsi o dormire: sul suolo pubblico o a uso pubblico; sulla soglia, sulla pavimentazione, sui muretti, sui gradini posti all'esterno degli edifici pubblici e privati, scolastici e universitari, dei monumenti e dei luoghi di culto; sugli spazi verdi, sugli arredi urbani. Il divieto di cui sopra è ristretto ai soli comportamenti di sdraiarsi o dormire per quanto riguarda le panchine e le aree dei pubblici esercizio aree pubbliche esterne, di pertinenza dell'attività, legittimamente autorizzate all'occupazione di suolo pubblico''.

Ma non finisce qui. Rischia anche chi si fa trovare seduto a consumare un pasto frugale. Anche in questo caso la multa sarà inevitabile, a meno che non riusciate a tenere tutto in mano. L'ordinanza infatti vieta ''di mangiare e bere occupando con alimenti, contenitori, sacchi, carte o altri oggetti il suolo pubblico o a uso pubblico, le soglie, le pavimentazioni, i muretti, gli arredi urbani, i gradini posti all'esterno degli edifici pubblici e privati, scolastici ed universitari, dei monumenti e dei luoghi di culto''.

Le nuove regole saranno distribuite ai commercianti del centro storico affinché vengano esposte sulle vetrine. 





Facebook Twitter Rss