ANNO 9 n° 108
Terme: il sindaco ordina di tombare
il pozzo San Valentino
La giunta approva la delibera per la gara di sub concessione del pozzo S. Albino
24/03/2019 - 07:24

di Monica Di Lecce

VITERBO – Il sindaco Arena ordina di tombare il pozzo San Valentino e contemporaneamente avvia l’iter per la gara per il pozzo Sant’Albino.  La giunta, infatti, venerdì mattina ha approvato la delibera che di fatto dà il là all’iter del bando per la sub concessione del pozzo.

“Ho firmato l’ordinanza che chiede alla Gestervit di tombare il pozzo San Valentino in linea con quando disposto dalla Regione – spiega intanto il sindaco Arena – C'erano procedure ferme da un anno e mezzo”. L’anno e mezzo è il tempo che la Regione ha impiegato per autorizzare i lavori del Sant’Albino e ora, stando alle dichiarazioni del sindaco, Palazzo dei Priori sembra intenzionata a recuperare il tempo perduto.

Le pozze termali sono chiuse dal 25 novembre 2014, da quando le Terme Salus, di proprietà della società Gestervit, eseguirono dei lavori non autorizzati al pozzo San Valentino provocando un abbassamento del livello della ‘’callara’’ la sorgente che alimenta il Bullicame.

Il primo passo verso la riapertura è stato fatto venerdì in giunta. Dopo l’approvazione del bilancio, dovrebbe essere pubblicato il bando. L'intenzione del sindaco è di concludere l’iter entro giugno per riaprire il Bullicame entro l’estate.







Facebook Twitter Rss