ANNO 8 n° 344
Svuotate le slot e rubata la cambia soldi, ''Danno da oltre 20mila euro''
Operazione Gipsy, parla il proprietario di un centro scommesse di Civita Castellana che è stato vittima della banda di malviventi
05/12/2018 - 19:44

VITERBO - Sono entrati nel centro scommesse e hanno fatto razzia di soldi e slot machine, rubando l’intera macchina cambia monete. Con migliaia di euro dentro. Il tutto mentre venivano ripresi dalle telecamere di videosorveglianza installate nei locali.

Per questo in cinque sono finiti alla sbarra con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a furti aggravati, messi a segno secondo la Procura nel corso del 2011 in tutto il territorio nazionale.

''Hanno portato via tutto. Un danno di oltre 20mila euro – ha spiegato in aula il proprietario di un centro scommesse di Civita Castellana, preso di mira dalla banda – fortunatamente grazie alle telecamere i carabinieri sono riusciti a identificarli: sono arrivati in cinque. Poi quattro do loro si sono mossi nel locale e sono stati ripresi perfettamente''.

Tutti di nazionalità rumena, con un’età compresa tra i 20 e i 26 anni al momento dell’arresto nel 2011 a seguito dell'operazione Gipsy, i giovani devono ora rispondere di fronte al collegio viterbese presieduto dal giudice Gaetano Mautone di furti aggravati in concorso: reato per l quale rischiano pene altissime.

Si tornerà in aula l’8 maggio.







Facebook Twitter Rss