ANNO 9 n° 342
''San Pellegrino: l'invasione dei ratti''
In 130 firmano un esposto in cui denunciano degrado e mancanza di pulizia
14/11/2019 - 06:41

VITERBO – Centotrenta firme, tante quelle in calce all’esposto che sarà presentato questa mattina in Comune sulla situazione del quartiere di San Pellegrino. Su iniziativa dei residenti e del Comitato di quartiere è stata avviata una raccolta firma che ha visto l’adesione anche di artigiani e quanti frequentano la zona.

Nel documento si lamenta, in particolare, la mancanza di interventi per l’assestamento, al pulizia, la disinfezione e disinfestazione delle strada e il peggioramento delle condizioni generali del quartiere. In particolare residenti e commercianti sostengono che dopo la parziale interruzione di via Cardinal La Fontaine per il pericolo di crollo del palazzo, sono aumentati i ratti. Qualcuno dice di esserseli trovati in casa, al secondo piano.

''Per queste ragioni – si legge nell’esposto – si chiede cin urgenza intanto un intervento di pulizia straordinaria delle vie per provvedere anche alla pulizia degli escrementi di piccione e poi una campagna di derattizzazione in modo, non solo da garantire il decoro ma anche la salute degli abitanti del quartiere e il decoro di fronte al forte incremento di turisti''.

Con l’occasione chiedono il ripristino del regolare funzionamento dei bagni pubblici ''per evitare indecorosi comportamenti e chiediamo una vigilanza più attenta con eventuali multe anche per quanto riguarda la raccolta delle deiezioni dei cani''.

Nell’esposto si sollecita, infine, la manutenzione delle strade da eseguire in tempi rapidi e non come accaduto in via Annio ''che è rimasta chiusa per tre settimane per un intervento che è durato tre giorni''.







Facebook Twitter Rss