ANNO 9 n° 203
Rifiuti a Viterbo, il secco no della Lega
''Viterbo aiuterà Roma, quando Roma aiuterà Viterbo''
06/07/2019 - 09:49

VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo dal Gruppo Consigliare – Lega Viterbo:

Apprendiamo con estremo stupore e rammarico la decisione del Presidente del Lazio Nicola Zingaretti.

Con apposita ordinanza, obbliga gli impianti di smaltimento dei rifiuti della Regione a portare i turni di lavorazione al massimo, comprese le domeniche, al fine di accogliere il più velocemente possibile la spazzatura di Roma.

Ciò significa che l’impianto di Viterbo sarà presto invaso e, per l’ennesima volta, i problemi del ciclo dei rifiuti della capitale ricadranno anche sulla nostra città.

Non è possibile intervenire sempre per sopperire all’incapacità di chi, amministrando la Regione Lazio, in 7 anni, non è riuscito a scrivere il piano regionale dei rifiuti ed ora pretende di ripulire Roma con buona pace dei Comuni che dovranno farsi carico dell’immondizia.

Questo agire in emergenza è sempre la scusa di chi non sa programmare, né amministrare.

Conosciamo bene le difficolta, i sacrifici ed i costi della gestione della raccolta differenziata ed essere obbligati a farsi carico anche dei problemi di chi non compie il proprio dovere è un boccone amaro che Viterbo non merita.

Abbiamo già subìto dalla Regione l’aumento delle tariffe per i conferimenti in discarica, rendendo le nostre bollette della Tari più care, ed ora anche questo.

È inaccettabile.

La lega di Viterbo chiederà un consiglio comunale straordinario sui rifiuti, al fine di valutare le possibili contromisure a certe scelte scellerate.

Viterbo aiuterà Roma, quando Roma aiuterà Viterbo.

Facebook Twitter Rss