ANNO 7 n° 322
''Questa violenza non va condannata?''
La nota di CasaPound Cimini
14/11/2017 - 16:05

Riceviamo e pubblichiamo da CasaPound Italia Viterbo - sezione Cimini

VIGNANELLO - Circa tre settimane fa, due stranieri, hanno rapinato e pestato un anziano signore del nostro paese per poi abbandonarlo in aperta campagna, privo di cellulare, portafoglio e auto.

Gli aggressori, a distanza di pochissimi giorni, sono stati identificati e arrestati dalle forze dell’ordine.

Quello che ci preoccupa di più, però, è la crescita di questo genere di situazioni in paesi fino a poco tempo fa sereni e tranquilli. Era chiaro ormai che questa scellerata politica d’immigrazione avrebbe portato, anche in centri più piccoli come il nostro, delle problematiche non indifferenti.

Spesso e volentieri sono stranieri a commettere reati di questo genere, come riportano le cronache di tutta Italia, i quali, privi di lavoro, si dedicano ad azioni criminose come spaccio, rapine, stupri e furti, usando, a volte, attività di copertura, per commetterle.

Oltre a ribadire la nostra solidarietà alla vittima, abbiamo atteso una ferma condanna da parte del comune, istituzioni ed associazioni per questo gesto ma, come ci aspettavamo, ad oggi non è ancora arrivata.

Evidentemente quando il reato viene commesso da stranieri si deve far calare un velo di silenzio, per non allarmare la gente più di quanto già lo sia e per non mostrare loro la cruda realtà, cioè che oggi, ormai, siamo ostaggi in casa nostra!







Facebook Twitter Rss