ANNO 8 n° 269
Pestaggio a Valle Piatta, in due patteggiano a un anno e mezzo
Gli altri in attesa dell’ok per la messa alla
prova, alla vittima 13mila euro di risarcimento
12/09/2018 - 06:47

VITERBO – Pestaggio a Valle Piatta, arrivano i due patteggiamenti. Il giudice per le udienza preliminari Rita Cialoni, ieri mattina, ha accolto in via definitiva le condanne ad un anno e mezzo di arresto per Andrea Rossi e Davide Randisi, i ragazzi poco più che ventenni, che assieme ad altri due coetanei nella notte del 25 febbario del 2017, avrebbero preso a calci e pugni uno studente dell'Università della Tuscia.

L’aggressione all’uscita di un locale dove un centinaio di persone stavano festeggiando la laurea di un amico: prima una lite verbale, poi il pestaggio del branco, che, allontanato dalla festa, si sarebbe scagliato contro un giovane. Colpendolo prima con pugni e calci poi con cinte e un tergicristalli.

Ieri mattina il via libera ai due patteggiamenti con i conseguenti risarcimenti di 3 e 4 mila euro. Mentre per Raffaele Laureti e Federico Alfonsini ancora nulla di ufficiale: tramite i loro avvocati hanno richiesto e ottenuto la messa alla prova, ma il giudice si è riservato sulla decisione definitiva. Anche loro, così come stabilito nell’udienza di venerdì scorso, dovranno però versare al giovane spedito in ospedale con una prognosi di oltre 50 giorni, 3mila euro ciascuno.

Per il 26enne un bilancio pesantissimo. Un trauma cranico, la rottura del setto nasale, ematomi e lesioni su tutto il corpo.

Facebook Twitter Rss