ANNO 9 n° 198
Pavani ''parzialmente incapace di intendere e di volere''
Il 32enne sarà processato: la sentenza il prossimo 4 luglio
19/06/2019 - 11:00

VITERBO - (b.b.) - Stefano Pavani parzialmente incapace di intendere e di volere. È la conclusione a cui è giunto il pool di psichiatri chiamati ad esaminare il 32enne accusato dell’omicidio di Daniele Barchi, ritrovato senza vita a terra il 23 maggio del 2018 all’interno del suo appartamento in via Fontanella del Suffragio.

Sei psichiatri che hanno incontrato il ragazzo nel carcere di Mammagialla su disposizione del gip Savina Poli: secondo gli specialisti, il 32enne che avrebbe colpito mortalmente Barchi sarebbe affetto da ''semi infermità mentale'' che però non escluderebbe la sua punibilità.

Per questo sarà processato: la discussione per omicidio volontario il prossimo 4 luglio.

Facebook Twitter Rss