ANNO 7 n° 347
Necropoli abbandonata e vandalizzata
Castel D'Asso liberamente accessibile, distrutte anche le scale
05/12/2017 - 11:04

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Noi con Salvini:

Castel d’Asso, la prima necropoli rupestre etrusca ad essere scoperta e fatta conoscere al mondo, presenta un insieme di tombe rupestri tra le più importanti di Italia, risalenti dal IV al II sec. a.C.

La necropoli a pochi chilometri da di Viterbo sorge in terreni privati ed è liberamente accessibile, talmente accessibile che viene giornalmente vandalizzata e l’area circostante usata come pattumiera.

Nella torre, ristrutturata dalla Provincia sotto la Presidenza Marini, sono state distrutte le scale in peperino e tutti i supporti in metallo e vetro, presentando un serio pericolo per quanti vi si recano e cercano di salirvi, le strade per arrivarci invece sono invase da rifiuti di ogni tipo.

Certo non un bel biglietto da visita per il turista che vi si reca e per la nostra città.  Auspicabile un intervento della Provincia e del Comune di Viterbo per quanto di loro competenza per ridare alla necropoli quel prestigio che merita e mettere il turista in condizioni di sicurezza igieniche e ambientali.







Facebook Twitter Rss