ANNO 8 n° 346
Nasconde la cocaina e la marijuana nel forno, patteggia 1 anno e quattro mesi
L’uomo era finito in manette lo scorso aprile assieme alla moglie
09/11/2018 - 18:42

VITERBO – Era scappato a piedi con qualche grammo di cocaina in tasca, seguendo i binari del treno che da Bagnaia conducono a Vitorchiano, nel tentativo di farla franca. Peccato che l’insospettabile titolare di un forno e di un alimentari nella piccola frazione di Villa Lante, sia comunque finito in manette assieme alla moglie: all’interno del loro negozio e del loro appartamento sono stati ritrovati un etto di cocaina e oltre mezzo chilo di marijuana.

Entrambi rappresentati in aula dall’avvocato Remigio Sicilia, per l’uomo ieri è arrivata la condanna di fronte al giudice per le indagini preliminari Rita Cialoni. Un anno e quattro mesi di reclusione, la pena che l’imputato ha concordato con l’accusa e che è stata accolta dal gip.

Moglie e marito, entrambi 40enne, sono finiti in manette nel tardo pomeriggio del 13 aprile scorso, quando l’uomo, fermato dai carabinieri del Norm per un semplice controllo, avrebbe tentato di darsela a gambe seguendo i binari della ferrovia. Da qui l’inseguimento e poi la perquisizione personale: nelle sue tasche sono stati ritrovati 5 grammi di cocaina. Poi a casa e al forno, gestito dalla coppia, la restante quantità. Un etto di cocaine e oltre mezzo chilo di marijuana, che ieri gli sono costati una condanna a un anno e quattro mesi.







Facebook Twitter Rss