ANNO 9 n° 349
Mercatini di Natale, tutti pazzi per il villaggio tirolese
Ad Arezzo un altro weekend da tutto esaurito
28/11/2019 - 13:22

AREZZO - Il villaggio tirolese in piazza Grande è pronto ad accogliere una nuova ondata di turisti in arrivo da tutta Italia.

Dopo le 300 mila presenze delle prime due settimane, che hanno consacrato Arezzo Città del Natale come prima meta natalizia in Italia nel mese di novembre, i Mercatini si preparano ad un altro weekend da tutto esaurito, vista anche la concomitanza con la celebre Fiera Antiquaria.

Oggi dalle ore 14 alle 21, riapriranno al pubblico le 34 casette, la Baita e le Baitine di piazza Grande che garantiranno ai tanti curiosi quattro giorni di magia: venerdì 29, sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre, invece, il Villaggio Tirolese sarà operativo dalle 10,00 del mattino fino alle 21.00, ad eccezione della grande Baita che lavorerà fino alle 23 della sera. Questo spazio, unico nel suo genere, sarà un suggestivo punto di ristoro dove poter pranzare e cenare senza bisogno di prenotazione, con un ampio spazio interno ed una terrazza panoramica su piazza Grande che ricorda gli chalet di montagna.

Oggetti natalizi e gastronomia tipica del nord Europa, invece, faranno da padroni anche questa settimana nel grande mercato che vede la regia di Confcommercio, la collaborazione della Fondazione Arezzo Intour, il contributo di Banca Valdichiana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena e il patrocinio del Comune di Arezzo: palle di Natale, addobbi, abbigliamento, prodotti per la casa e marchi storici come Thun saranno solo alcuni dei tanti potenziali regali per queste feste.

Col calar del sole prenderà vita anche lo straordinario spettacolo di “Big Light”, fasci di luce in grado di trasformare i palazzi di piazza Grande, le Logge del Vasari e la Fraternita dei Laici in veri e propri dipinti, creando un’atmosfera da togliere il fiato. Le luci verranno proiettate dal giovedì alla domenica a partire dalle ore 17.00.

Tra gli eventi più gettonati spicca il secondo appuntamento con le “Cene in Baita”, un progetto di Arezzo città del Gusto promosso da Fipe-Confcommercio: il menù in programma giovedì 28 novembre, chiamato “gourmet natalizio”, propone carpaccio di carne salada con mostarda di cavolo cappuccio, uovo biologico, crema di patate al fieno e speck croccante, polenta di storo, taleggio e cipolla caramellata, risotto mantecato con erbe selvatiche e funghi silvestri, saccottini alle pere ripieni di formaggio d’alpeggio e polvere di cannella, lombetto di cervo con panatura nera croccante, salsa di mirtillo e verza al vapore, cartelletta e tartare di mele al gewurztraminer su crema ai fiori di sambuco. Costo della cena € 45 a persona. Per prenotare è necessario contattare i ristoranti Logge Vasari (0575 295894) o Lancia d’Oro (0575 21033).

Arezzo si sta imponendo fra le mete natalizie anche per le sue bellezze artistiche uniche al mondo: grazie allo speciale pacchetto di Confguide, tutti i sabati dalle ore 15 turisti e appassionati potranno avvalersi di una guida per visite di una o tre ore nei luoghi d’arte più belli del centro storico. Città dell'oro e dell’antiquariato, di Petrarca e di Vasari, già set di film importanti come il pluripremiato “La vita è bella” di Roberto Benigni e teatro della Giostra del Saracino, Arezzo è pronta ad accogliere il grande pubblico dei Mercatini di Natale. Per prenotare la visita guidata (privati e/o gruppi) è necessario contattare Rita Di Felice al 3315025517 o Laura Bonechi al 338 2419829, oppure inviare una mail a confguide@confcommercio.ar.it.

Ad arricchire un calendario di appuntamenti straordinario si inserirà l’undicesima edizione di “Gioiello In Vetrina”, la mostra-mercato che illuminerà il chiostro della Biblioteca Città di Arezzo in via dei Pileati.

Sabato 30 e domenica 1 dicembre la fortunata kermesse dei dettaglianti orafi di Confcommercio, promossa da Federpreziosi Confcommercio Arezzo con il contributo di Camera di Commercio di Arezzo-Siena e il patrocinio del Comune di Arezzo, porterà nel cuore del centro storico aretino una straordinaria mostra di gioielli, monili e oggetti preziosi a volte introvabili.

Il Chiostro che si affaccia sulla parte alta di Corso Italia, accoglierà quante più persone vorranno acquistare o semplicemente ammirare orologi, diamanti e gioielli da collezione, esposti in particolari teche. La vendita al pubblico di “Gioiello in Vetrina” sarà aperta dalle 09.30 alle 19.30 per tutti e due i giorni dell’evento. Per maggiori informazioni contattare la segreteria di Federpreziosi-Confcommercio allo 0575 350755 (Liala Basagni) o inviare una mail a liala.basagni@confcommercio.ar.it.

La Città del Natale con i suoi Mercatini e Gioiello in vetrina saranno il valore aggiunto di un appuntamento storico per la città, quello con la Fiera Antiquaria di Arezzo, la più antica sul territorio nazionale. Dal 1968, ogni prima domenica del mese e sabato precedente, la Fiera intrattiene i suoi visitatori nel cuore del centro storico con una grande varietà di oggetti che costituiscono il patrimonio storico dell’identità aretina, regalando ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della “trouvaille”, ovvero la scoperta e la ricerca del pezzo raro o curioso. Nata da un’idea di Ivan Bruschi, la Fiera è ed è considerata “la più Grande e la più Bella” tra tutti i mercati antiquari all’aperto e patrimonio inestimabile di Arezzo.

“Sarà un weekend da tutto esaurito – sottolinea la vicedirettrice di Confcommercio Arezzo Catiuscia Fei – il fine settimana appena trascorso ha visto un’occupazione alberghiera ed extralberghiera che si avvicina al 100%. La proiezione per i giorni della Fiera e dell’Immacolata Concezione non è diversa, i nostri albergatori segnano ancora il tutto esaurito. Dati fino a qualche anno fa inimmaginabili per questo periodo dell’anno, e che sono linfa per tutto il tessuto commerciale e ricettivo aretino”.

I dati parlano chiaro: “l’afflusso delle ultime settimane ha prodotto un aumento del 35% di tour e visite guidate secondo le stime di Confguide, a dimostrazione che la Città del Natale con i suoi Mercatini genera numeri importanti per il turismo culturale: prima ancora di approdare nelle zone di attrazione, infatti, le comitive tendono a fermarsi nei luoghi storici della città come prima tappa. Ad Arezzo – prosegue la vicedirettrice di Confcommercio - arrivano soprattutto famiglie con bambini e gruppi organizzati. Il primo dato – prosegue Fei - lo confermano soprattutto le mete più gettonate ovvero la Casa di Babbo Natale e il villaggio Lego, attrazioni centrali nella promozione dell’evento che riportano un dato in crescita rispetto al 2018 del 15%. Il secondo, invece, è riconducibile ai circa 150 pullman arrivati nel secondo e terzo weekend di novembre, presenza riscontrata in modo particolare da bar, ristoranti e strutture ricettive”.

A giovare di questi numeri è una parte importante della città ma soprattutto del tessuto commerciale: “Abbiamo riscontrato un incremento dei consumi nei negozi, nei bar e ristoranti aretini, un fattore estremamente positivo che ci fa andare avanti con più entusiasmo su questa strada”.

 




Facebook Twitter Rss