ANNO 7 n° 265
L'Orioli accoglie gli
studenti dell'Erasmus
con una sfilata
di moda e sartoria
09/03/2017 - 10:58

VITERBO - Settimana di grande attività per gli studenti dell'istituto superiore ''Francesco Orioli''. Sono in città infatti tutti i ragazzi coinvolti nel progetto Erasmus Plus Dys che ha visto ruotare gli studenti nei quattro paesi interessati, cioè Croazia, Lituania, Portogallo e Italia. Come annunciato è stata preparata la prevista sfilata organizzata dall'indirizzo Tessile, Sartoriale e Moda.

Un vero e proprio evento che ha coinvolto l'intero Istituto e che ha completamente trasformato la palestra grazie alle quinte realizzate dall'indirizzo Scenografia e Design delle professoressa Cinzia Pace e Paola Frillici, le piante del Vivaio Lopez, di proprietà della famiglia di una allieva e l'illuminazione fornita dalla Compagnia teatrale Favl di Viterbo, presente infatti anche il Presidente della Fita Bruno Mencarelli.

Il servizio fotografico è stato realizzato dal professor Pierpaolo Giacobbi e le riprese dalla professoressa Alessia Pancrazi. Erano presenti anche i tecnici di laboratorio e i collaboratori che hanno contribuito fattivamente all'allestimento, accanto a loro molti allievi dei numerosi indirizzi accompagnati dai docenti, tutti pronti a supportare le studentesse, modelle per un giorno.

Gli abiti proposti appartengono a diverse collezioni che hanno segnato questi 25 anni di attività del settore Moda. Hanno sfilato anche alcuni abiti da sposa e un abito folcloristico in stile indiano realizzato dalle studentesse per sottolineare come l'istituto sia ormai multietnico. Agli studenti originari del Bangladesh, India, America centrale, Europa dell'Est, Africa e Italia naturalmente si sono aggiunti quelli del Progetto che provenivano dalla Lituania, Croazia, Portogallo, si è trattato certamente di un evento internazionale di grande respiro e di grande valenza educativa. Gli ospiti infatti si sono integrati in vari modi, una ragazza per ciascuna nazione ad esempio ha indossato l'abito vincitore della competizione croata, realizzato da Irene Corsi, studentessa dell'Istituto ''Francesco Orioli'', ogni nazione ha utilizzato questo modello come base e poi ha potuto personalizzarlo con ricami, colori e accessori caratteristici del proprio paese. Soddisfatta, a ragione, la professoressa Patrizia Falesiedi che ha curato i rapporti Erasmus e ha concretizzato il progetto anche grazie alla sinergia con i colleghi.

Orgogliosa la preside Simonetta Pachella che ha salutato i presenti, ha ringraziato il team organizzativo ed ha visto le sue studentesse in altra veste, senza scarpe da ginnastica e giacconi, ma con tacchi a spillo e abiti sgargianti. La preside ha poi chiamato le docenti che hanno reso possibile la sfilata: la professoressa Clelia Vincenti e Pina Russo. Un grande successo che festeggia i 25 anni di attività del settore Moda attualmente in rilancio grazie al supporto organizzativo di tutta la dirigenza che ha abilmente lavorato dietro le quinte.







Facebook Twitter Rss