ANNO 7 n° 352
''L'amministrazione si accorge ora dei problemi'
Maurizio Perinu critica le scelte fatte della giunta Mazzola
13/02/2017 - 18:03

Riceviamo e pubblichiamo da Maurizio Perinu

 TARQUINIA - Ci viene un po’ da sorridere leggendo che questa amministrazione si accorge 120 gg circa prima delle elezioni, che a TARQUINIA esiste un lido che dovrebbe essere il fiore all’ occhiello di questa città, e addirittura si parla di condivisione un’ amministrazione che è stata sempre arroccata sulle sue decisioni, (un po’ come il marchese del GRILLO) un amministrazione che in dieci anni ha portato un centro storico, alla chiusura delle più vecchie attività commerciali, per le scelte di qualche amministratore che invece di investire e rilanciare l’ economia ha pensato di chiudere, invece di prendere stimolo ed idee da altri comuni, dove stanno investendo con contributi per la creazione di nuove imprese commerciali o artigiane o per l’ apertura di nuove unità locali nel centro storico, per favorire il ritorno e quindi la valorizzazione del nostro territorio,un amministrazione che nel programma elettorale 2012 aveva parlato di parcheggi, un amministrazione che aveva parlato di confluire il flusso turistico nel centro storico invece di mostrargli solamente il museo e la nostra necropoli, investimenti su una cartellonistica che non si capisce per chi, visto che di turisti se ne vedono sempre meno,oggi ascoltano quello che dovevano ascoltare in 10 anni di amministrazione, oggi dopo aver toccato il fondo con questa politica becera, che ha pensato solamente al proprio ègo, senza minimamente pensare alla nostra bella città, alla nostra economia, commerciale ed agricola, ma solamente a creare un’ autostrada che ne pagheremo le conseguenze per sempre,una svendita dell’ acqua pubblica a privati, e sperando che non sia così anche per la trasversale, che da una parte si grida al lupo al lupo poi si finisce che arriva il lupo, però torniamo a sorridere perché ci si dimentica di tutto quello fatto e si ritorna ad ascoltare i cittadini.







Facebook Twitter Rss