ANNO 9 n° 109
La Viterbese vola in finale
Battuto, in rimonta, il Trapani per 2 a 1. Segnano Mignanelli e Pacilli
10/04/2019 - 22:07

TRAPANI (4-3-3): Ferrara; Costa Ferreira (14' st Lomolino), Scognamillo (1' st Da Silva), Mulè, Ramos; Toscano, Corapi (20' st Aloi), Fedato; Mastaj, Nzola (6' st Ferretti), Tulli (14' st Tolomello). A disp.: Dini, Cavalli, Scrugli, Evacuo. All. Italiano.

VITERBESE (3-4-2-1): Thiam; Atanasov, Coda, Rinaldi (36' st Coppola); De Giorgi (36' st Molinaro), Damiani, Palermo, Mignanelli (20' st Sparandeo); Vandeputte (10' st Cenciarelli), Pacilli (36' st Artioli); Bismark. A disp.: Forte, Valentini, Milillo, Sini, Zerbin, Polidori, Luppi, Tsonev. All. Calabro.

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia (Garzelli-Nuzzi)
MARCATORI: 35' pt Costa Ferreira (T), 45' pt Mignanelli (V), 15' st Pacilli (V)

NOTE: Spettatori 4000 circa. Espulso al 41' st Ferrara per comportamento non regolamentare. Nessun ammonito. Angoli: 1-4. Recupero pt 1', st 4'

TRAPANI – Viterbese la finale è tua! I gialloblù raggiungono il Monza nell'ultimo atto della competizione tricolore superando di slancio l'ostacolo Trapani. I siciliani sono parsi troppo sicuri di ribaltare il risultato dell'andata e non hanno capito come affrontare, ed affondare, la compagine cimina. Mister Italiano ha provato a rimescolare un po' le carte ma non c'è stato nulla da fare. Una volta in svantaggio la Viterbese è riemersa subito pareggiando con Mignanelli e colpendo l'avversario con un uppercut allo scoccare dell'ora di gioco. Poi è stato tutto più facile per gli ospiti che hanno controllato un avversario demoralizzato che avrebbe dovuto realizzare ben tre gol per passare il turno. 

Si comincia con la Viterbese in avanti ma la folla spinge il Trapani. Fedato scende come uno sciatore nel Gigante, tiro e palla alta. Gialloblù che non si fanno intimorire, Pacilli folleggia in mezzo al campo, Bismark è attivo. Mastaj prova il mancino al 18', palla sul fondo. La Viterbese si fa vedere nell'area siciliana muovendo le proprie torri, ma anche in mezzo al campo la formazione di Calabro randella, sempre in maniera pulita, a destra e sinistra. De Giorgi, al 26', si accentra e prova il destro, palla alta. Il Trapani non trova nessun varco, il pubblico comincia a spazientirsi. Corapi tenta con una punizione a scendere, il pallone finisce alto. Come un fulmine all'improvviso arriva il vantaggio dei siciliani. Fedato serve Nzola, anticipato da Atanasov di testa, sulla respinta arriva Costa Ferreira che spara un destro terrificante al volo, palla in rete. Il Provinciale esplode di gioia per la prodezza del portoghese. La Viterbese reagisce subito. Palermo per Vandeputte, colpo di testa, Ferrara vola a deviare. Ancora ospiti con Vandeputte che per altre due volte (38' e 39') fa correre sudori freddi al portiere siciliano. Tanto tuonò che piovve. Al 45' Rinaldi inventa un passaggio splendido per Mignanelli che arriva a rimorchio, tiro di prima intenzione e palla in rete.

Nella ripresa il Trapani passa al 3-4-3 per cercare di offendere meglio. La Viterbese, però, sembra controllare egregiamente la situazione. Esce Vandeputte, dentro Cenciarelli, Calabro ripropone il classico 3-5-2 mentre sull'altro fronte Ferretti aiuta Tulli e Mastaj in prima linea con Nzola che esce di scena. Al quarto d'ora, però, la Viterbese mette una seria e solida ipoteca sul passaggio in finale. Pacilli, da quasi trenta metri, riceve un lancio lungo di Rinaldi e lo gira direttamente in rete. Un eurogol che manda in visibilio l'entourage gialloblù ed all'inferno il Provinciale di Erice.

Lo stesso Pacilli, ex Trapani, non esulta per rispetto dei suoi tifosi. Per il Trapani è una mazzata terrificante, nel morale soprattutto. Ora la Viterbese gioca sul velluto. De Giorgi riceve da Palermo (26') e prova il tiro. Applausi per lui. Tutti i cimini sembrano galvanizzati, si aiutano e raddoppiano in mezzo al campo. Al 34' Ferrara salva su Palermo, sarebbe stato il tris della Viterbese. Sull'altro fronte Fedato entra in area ma centra l'esterno della rete.

Ad un passo dal 90' Palermo brucia Ramos e l'intera difesa trapanese, Ferrara si oppone con le mani fuori area. Espulsione sacrosanta ed in porta va Aloi che, al 47', respinge un tiro di Molinaro nell'entusiasmo del pubblico granata. Fine dei giochi. La finale è tutta della Viterbese.  






Facebook Twitter Rss