ANNO 9 n° 176
La Viterbese abbatte anche l'Olbia
Cuffa, Belcastro e Mbaye rimontano (3-1) i sardi nella ripresa. La vetta è -3
29/11/2015 - 16:31

VITERBESE – OLBIA 3-1

VITERBESE (4-3-1-2): Pini; Ansini, Cuffa, Pomante (23' st Romeo) , Fè; Dierna, Mbaye, Nuvoli; Belcastro (40 ' st Dalmazzi); Bernardo (31' st Selvatico), Neglia. A disp: Mastropietro, Dorigatti, Pacciardi,  De Sena, Addessi, Nohma. All.: Nofri.

OLBIA (4-3-3): Van Der Want; Cacciotti, Negrean, Streri, Paena; Miceli (35' st Aloia), Ricciardi, Flasca; Giglio, Molino, Mastinu (29’ pt Salim e dal 21' st Formuso). A disp: Mazzoleni, Brenci, Doddo, De Ciecco, Marro. All.: Biagioni.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona

MARCATORI: 28’ pt rig Molino (O), 1' st Cuffa (V), 25' st Belcastro (V), 47' st Mbaye (V)

NOTE: Spettatori 800 circa. Espulso al 47’ pt Giglio (O). Ammoniti: Ansini (V), Belcastro (V), Pomante (V), Miceli (O), Molino (O). Angoli: 5-0 Recupero: 2'pt, 4' st

VITERBO – Con il cuore, la grinta, il carattere. E per una volta con l'uomo in più. Al Rocchi la Viterbese batte (3-1) in rimonta la corazzata Olbia, pesca la sua terza vittoria di fila e si conferma nei piani alti della classifica. Dopo un primo tempo che aveva visto i sardi avanti, nella ripresa la squadra di Nofri ha completamente cambiato marcia e, aiutata dall'uomo in più, ha piegato gli ostici avversari di giornata.

Non c’è Perrocchi, bloccato dall’influenza e dato per certo vista l’assenza di Pandolfi, nell’undici titolare. Al suo posto Nofri getta nella mischia Ansini. La sorpresa è Mbaye in mezzo al campo. Davanti Belcastro confermato in cabina di regia, con Neglia e Bernardo pronti a far male. Biagioni può invece contare sull’undici migliore: 4-3-3 e confermatissimi davanti i tre tenori Giglio, Molino e Mastinu.

Partenza contratta da parte di tutte e due le squadre. C’è voglia di imporsi ma con troppa frenesia. Il primo squillo alla gara lo dà l’Oblia con un tiro a giro di Molino, che trova però Pini attento. La Viterbese risponde al quarto d’ora con una botta di Dierna, alta. Match che non decolla. Si vive di piccole folate: la Viterbese prova a sfondare sugli esterni, dove si fa notare soprattutto Fè con diversi tiri deviati; l'Olbia si affida invece alla tecnica di Molino e alla sostanza di Giglio. C'è equilibrio, che però si spezza di netto al 27': Streri lancia in maniera millimetrica Molino sulla parte sinistra dell'area. Dribling secco su Asini, che tocca la punta sarda, è rigore. Dal dischetto va lo stesso Molino, che tira trovando il tocco di Pini che però non riesce a evitare la rete: 1-0. Il gol fa male ai gialloblu che per qualche minuto sembrano accusare il colpo. L'Olbia prende coraggio e soprattutto a livello fisico sembra poter dominare i gialloblu. Sul finale di primo tempo gli ospiti rischiano di restare in dieci per una brutta entratta di Miceli su Fè. Rosso (diretto) che arriva poco dopo in faccia a Giglio, che tocca duro con il gomito il volto di Cuffa. Viterbese sotto nel risultato ma sopra di un uomo.

All'ultimo riontocco del primo tempo buona occasione per Belcastro, che si inserisce bene raccogliendo di testa un cross di Neglia che però finisce alto. Si va al riposo con gli ospiti avanti. 

Al rientro in campo la Viterbese trova subito il pari. Il solito Fè spedisce un pallone in area dalla parte sinitra. La sfera viene assestata da Mbaye nell'area piccola per Cuffa che quasi d'istinto tocca e fa esplodere il Rocchi: 1-1. Gol che spinge i gialloblu, ancora pericolosi  al 5' con Neglia. L'Olbia si aggrappa a Molino, vera spina nel fianco. Al 7' la punta sarda rompe le acque e si lancia verso la porta, Pomante lo ferma sfiorando il cartellino rosso. La Viterbese ha voglia di vincere questa partita, e al 14' sfiora il vantaggio con Mbaye, che raccoglie perfettamente in area trovando però la grande riposta dell'estermo sardo. C'è solo la squadra di Nofri, messa dal tecnico a trazione anteriore. Il tecnico umbro getta nella mischia anche Romeo, e subito dopo arriva il vantaggio. Solito Neglia sulla sinistra, cross al centro con Romeo che fa la sponda per Belcastro, che insacca un rigore in movimento: 2-1 e la rimonta è completata. 

L'Olbia è alle corde, la Viterbese sente l'odore del sangue e si ributta subito avanti in cerca del tris. Alla mezz'ora Nofri getta nella mischia anche l'ultimo arrivato Selvatico, che sfiora subito il gol con un bel sinistro da fuori deviato in angolo da un grande Var Der Want. Il numero uno sardo poco dopo salva anche su Neglia. 

Si entra nelle ultime curve della gara, con l'Olbia chi si riafaccia soprattutto da calcio da fermo. Nofri toglie Belcastro e si copre con Dalmazzi. Al 87' Nuvoli calcia alta la palla che avrebbe messo i titoli di coda alla partita.  Match che si chiude definitavemente in pieno recupero. L'Olbia, tutta avanti, si fa infilare in contropiede da Neglia, scarico per Selvatico che davanti alla porta appoggia per Mbaye che cala il tris. 

Per la Viterbese una vittoria convincente, che sarebbe potuta essere anche più larga. Ora la trasferta di Genzano, per una squadra che non ha più voglia di fermarsi. 

 

Risultati 14° giornata

Albalonga - Rieti 1-2

Arzachena - Muravera 1-1

Astrea - Cynthia 0-3

San Cesareo - Trastevere 1-1

Ostia Mare - Lanusei 3-1

Budoni - Grosseto 0-3

Castiadas - Nuorese 1-2

Torres - Flaminia 4-1

Viterbese - Olbia 3-1

 

La Classifica

Arzachena 30

Grosseto 30

Viterbese 27

Rieti 27

Nuorese 25

Ostia Mare 24

Torres 23

Olbia 22

Albalonga 21

Lanusei 20

Trstevere 18

Cynthia 17

Flaminia 15

Budoni 13

Muravere 12

Astrea 10

San Cesareo 7

Castiadas 6





Facebook Twitter Rss