ANNO 8 n° 172
La guardia costiera incontra gli studenti
Dimostrazioni e informazioni nell'ambito di un progetto su legalità e sicurezza
25/05/2018 - 12:05

MONTALTO DI CASTRO - Ieri, presso la foce del fiume Fiora di Montalto di Castro, nell’ambito del “Progetto legalità e sicurezza”, che coinvolge le classi di ogni ordine e grado dei plessi di Montalto di Castro e di Pescia Romana, la Guardia Costiera e la Scuola Italiana Cani Salvataggio, hanno svolto delle azioni dimostrative a favore di circa 100 studenti delle scuole secondarie.

Il progetto persegue i temi della legalità, salute e sicurezza, che rientrano tra le competenze chiave europee di cittadinanza e mira alla conoscenza dei valori di giustizia, onestà e lealtà, nel rispetto delle regole e delle leggi, rafforzando il senso morale e civico.

Sul posto sono intervenute le unità cinofili della SICS e il GC A89 della Guardia Costiera, alla presenza del sindaco di Montalto di Castro Sergio Caci e del Direttore Marittimo del Lazio Capitano di Vascello Vincenzo Leone. Sono inoltre intervenuti il Vicesindaco e diversi assessori comunali, oltre al Comandante della Polizia Locale.

La giornata è stata caratterizzata da suggestive simulazioni di salvataggio svolte in mare con l’ausilio dei cani della SICS e della Soc. Mip Service, che, in supporto all'unità cinofila, ha messo a disposizione bagnini qualificati operanti presso la struttura balneare del comprensorio Circolo Velico - Torre di Maremma.

Gli uomini della Guardia Costiera dell’Ufficio di Montalto di Castro hanno indirizzato i giovani, mediante la distribuzione di dépliant, a tenere comportamenti virtuosi nel rispetto per l’ambiente marino e per la sicurezza balneare, ricordando che l’elemento acquatico è per natura mutevole e non privo di insidie

Un approccio sano e costruttivo con l’universo mare non può prescindere dalla conoscenza del patrimonio storico e delle tradizioni marinare dell’Italia, proiettata al centro del Mediterraneo. Per questo è importante promuovere la coscienza civica e ambientale attraverso tutte quelle attività finalizzate a sviluppare la cultura del mare, risorsa di grande valore sociale, artistico e scientifico, ricreativo ed economico. Fondamentale in questo senso il coinvolgimento delle scuole, delle associazioni culturali e ambientaliste e delle famiglie.

 

 






Facebook Twitter Rss