ANNO 9 n° 347
Incidente sulla Tuscanese: restano gravi le condizione di uno dei feriti
L'uomo alla guida della Ford Ka lotta tra la vita e la morte. C'è dolore intanto per la scomparsa di Simone Evangelisti
26/11/2019 - 07:02

VITERBO - Restano critiche le condizioni di Omar Q. 33 annni, l'uomo rimasto gravemente ferito nell'incidente sulla Tuscanese dove domenica sera ha perso la vita Simone Evangelisti. Entrambi erano originari di Alatri in provincia di Frosinone. Erano a bordo della Ford Ka gialla che, per cause in corso d'accertamento da parte della polizia stradale, si è scontrata frontalmente con una Fiat 500 su cui viaggiava una coppia (in un primo momento si era parlato di due uomini).

Stando a una prima ricostruzione pare che la Ford Ka, alla cui guida fosse Omar Q., procedesse verso Tuscania quando all'altezza del rivenditore Quinzi Moto, ha perso il controllo invadendo la corsia opposta su cui sopraggiungeva la Fiat 500 che si è vista piombare addosso l'utilitaria. Ad aiutare gli agenti della polizia stradale a ricostruire la dinamica i filmati dell'impianto di videosorveglianza di un esercizio della zona e un testimone oculare, l'autista di un'auto che viaggiava dietro una delle due rimaste coinvolte nello scontro.

Per Simone Evangelisti, 36 anni, che si trovava sul lato del passeggero, non c'è stato nulla da fare. E' morto sul colpo. La salma è ancora a disposizione del magistrato ma non è escluso che nelle prossime ore, dopo una ricognizione esterna, possa essere restituita ai familiari per i funerali. Evangelisti lascia i genitori e due sorelle che in queste ore sono stati sommersi dalle attestazioni di cordoglio.

Feriti in maniera più lieve i due occupanti della 500, un ragazzo e una ragazza che, giudicati guaribili in 10 e 7 giorni, sono già stati dimessi dall'ospedale di Belcolle. Omar invece lotta ancora tra la vita e la morte. E' ricoverato in terapia intensiva in condizioni molto gravi.






Facebook Twitter Rss