ANNO 9 n° 265
''I soccorritori hanno fatto di tutto per salvargli la vita''
17enne muore dopo essersi tuffato nel lago di Bolsena, il racconto del sindaco
03/07/2019 - 11:52

 

CAPODIMONTE - È stato probabilmente un malore, forse una congestione, a causare la morte del 17enne che nel primo pomeriggio di ieri ha perso conoscenza dopo essersi tuffato nel lago di Bolsena. L'adolescente, Joshua Anyanwu, originario della Nigeria ma residente da tempo a Bagnaia, si trovava con degli amici a bordo di un pedalò all'altezza dello ''scoglione'' – una scogliera nel comune di Capodimonte – quando si è tuffato in acqua e non è più risalito.

Immediata è scattata la richiesta di aiuto dei compagni che, insieme a dei bagnanti su un altro pattino, sono riusciti a recuperarlo e portarlo al molo. Ad attenderlo c'erano i sanitari del 118 con un'ambulanza e l'elisoccorso Pegaso. Sul posto anche i carabinieri di Capodimonte e il comandante della stazione di Montefiascone. ''I medici e gli infermieri sono stati eccellenti, hanno fatto di tutto e di più per salvargli la vita'', è il commento del sindaco Antonio De Rossi, presente durante le manovre di rianimazione. I soccorritori hanno praticato il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale per oltre mezzora.

''Quando sembrava essersi ripreso, lo hanno caricato in ambulanza per il trasporto in ospedale. Tempo di arrivare all'inizio del porto e il mezzo si è fermato''. Il cuore del ragazzo aveva smesso di battere. La salma si trova al momento all'obitorio del cimitero di Capodimonte. Non è escluso che l'autorità giudiziaria possa disporre l'autopsia per chiarire le cause del decesso.

Joshua Anyanwu giocava a calcio con l'Ssd Calcio Tuscia. ''È con grande sgomento e dolore che accogliamo la notizia della morte del giovane Joshua - è il messaggio pubblicato stamani sulla pagina Facebook della società -, ragazzo che ha militato nelle nos tre file e che ricordiamo come persona educata e perbene, tutta la società si stringe al dolore della famiglia e degli amici... Lo vogliamo immaginare così al cospetto del Signore con quelle enormi cuffie rosse e quel sorriso inconfondibile... Riposa in pace campione...''.





Facebook Twitter Rss