ANNO 10 n° 57
Ex Terme Inps, due project financing da 21 e 35 milioni
Ma Alvaro Ricci smorza gli entusiasmi: ''Prima vanno modificati piano di rilancio e legge regionale''
12/02/2020 - 06:47

VITERBO - Due project financing di iniziativa privata per la rinascita  delle ex Terme Inps sono al vaglio dell’Amministrazione comunale: il primo prevede un investimento da 21 milioni di euro, l’altro da 35. Entrambi sono stati proposti da una catena internazionale di alberghi, di cui però non è stato svelato il nome. Lo ha annunciato l’assessore Enrico Contardo ieri in Consiglio comunale. Ma dai banchi dell'opposizione, Alvaro Ricci ha smorzato gli entusiasmi: ''Prima vanno cambiati il piano di rilancio approvato dal Comune nel 2001 e la legge regionale ad esso collegata'', ha spiegato il consigliere Pd.

L’argomento è stato al centro di un lungo dibattito. ''Mi fa piacere - ha detto Ricci - che ci sia l’interesse di privati sulla struttura in Strada Bagni. Ma vorrei capire: sulla scorta di quali linee di indirizzo questa grande società avrebbe presentato un project financing al Comune? Prima di arrivare a questo punto va modificato il piano di rilancio approvato dal Comune nel 2001 e la relativa legge regionale''.

Secondo i progetti dell’epoca le Terme Inps si dovevano trasformare in una struttura dove la parte ''sanitaria'' sarebbe stata predominante rispetto a quella ricettiva. Nei piani di oggi invece è l’esatto contrario, la parte ambulatoriale e medica è praticamente assente. Il progetto elaborato dall’advisor (Federteme) prevede un albergo a cinque stelle, la spa e un centro di formazione per addetti del settore.

Ma non finisce qui: ''Il progetto - ricorda sempre Ricci - è stato presentato solo in Commissione e non è ancora stato analizzato dal consiglio comunale”. Insomma, manca ancora l’ultimo passaggio ufficiale per procedere oltre.






Facebook Twitter Rss