ANNO 9 n° 175
Ecco le aziende più ricche della Tuscia
La speciale ''top five'' stilata da Viterbonews con i dati di Reportaziende.it
28/12/2018 - 02:04

VITERBO - Sono Enerpetroli, Palomar, Orsolini, Assofrutti e Mancinelli le cinque aziende più ricche della Tuscia. A dirlo è Reportaziende.it, il portale che mostra le società di capitali di tutte le province italiane, il cui fatturato, relativo all'anno 2017, supera i 5 milioni di euro.

In questa speciale ''top five'', troviamo in quinta posizione la Mancinelli Spa. Una delle tre aziende, insieme a Dipral e Ilpa, che forma il Gruppo Mancinelli, fondato nel 1965 e con sede operativa a Viterbo in strada Poggino. Con 5700 referenze e 45 brand creati, la società è leader nella selezione, preparazione e distribuzione di materie prime e prodotti alimentari per la ristorazione, la pasticceria e la panificazione. Il fatturato è di 68.682.033 euro, in crescita rispetto al 2016 di 2.165.787 euro. Gli utili registrati nel 2017 raggiungono i 3.043.405 euro.

In quarta posizione troviamo Assofrutti Srl, l'organizzazione che riunisce i produttori di frutta a guscio con sede a Caprarola. Nata nel 1990 per la promozione e la commercializzazione delle nocciole, Assofrutti raggruppa sul territorio della Tuscia oltre 1.100 soci con 8.000 ettari di noccioleti specializzati. Il fatturato è di 76.924.853 euro, in calo rispetto al 2016 di 7.288.948. Gli utili sono di 337.541 euro.

Sul podio, terza in classifica, c'è Orsolini. L'azienda, fondata nel 1880, conta circa 300 dipendenti ed è leader nel Centro Italia nella commercializzazione di materiali edili, arredo bagno, pavimenti e rivestimenti. I depositi sono 23, sparsi tra Lazio, Umbria, Toscana e Abruzzo, ma la sede centrale rimane sempre a Centignano, poco fuori Vignanello. Il fatturato è di 84.787.018 euro, in aumento rispetto al 2016 di 9.439.685 euro. 290.113 euro gli utili segnati nel 2017.

In seconda posizione c'è la Palomar, la società che detiene il marchio Scarpamondo, il gigante del settore calzature di proprietà della famiglia Pietrini presente con oltre 40 megastore in tutto il territorio nazionale. Il primo deposito, in via della Caserma, risale al 1960. Nel 1970, invece, venne realizzata la grande sede in via Garbini con oltre 10.000 mq di superficie. Il fatturato è di 93.736.524 euro, in crescita rispetto all'anno precedente di 5.862.003 euro. Gli utili si aggirano sui 2.028.082 euro.

L'azienda più ricca di Viterbo e di tutta la provincia resta però Enerpetroli, società che si occupa della distribuzione di prodotti petroliferi a imprese, aziende agricole, condomini, enti pubblici e privati nel centro Italia. La rete è composta da 130 impianti stradali, molti dei quali oltre al gasolio e alla benzina riforniscono anche di gpl e metano. La sede principale è a Viterbo, con annesso deposito di prodotti petroliferi, mentre a Gallese Scalo c'è la filiale con il deposito carburanti e gli uffici. Recentemente l'azienda si è insediata anche a Roma con un terzo deposito e relativi uffici. Il fatturato nel 2017 ha toccato i 168.031.147 euro, in aumento rispetto al 2016 di 5.369.585 euro. 820.737 euro sono invece gli utili registrati nel 2017.






Facebook Twitter Rss