ANNO 8 n° 145
Domenica di fuoco: 5 arresti e 11 denunce
I carabinieri di tutta la provincia al lavoro per la sicurezza dei cttadini
22/01/2018 - 11:29

VITERBO - Stretta dei carabinieri in tutto il territorio del comando provinciale nelle ore serali di ieri domenica 21 gennaio, in particolare con servizi di saldatura tra le compagnie di Civita castellana, Ronciglione e Montefiascone, per prevenire i furti in abitazioni isolate in quegli orari ritenuti maggiormente a rischio.

Le compagnie di Viterbo e Tuscania hanno proceduto in autonomia con particolare attenzione alla propria conformità territoriale.

Sono stati conseguiti i seguenti risultati operativi:

A TUSCANIA, a seguito di controllo viario, i carabinieri hanno arrestato due cittadini, uno marocchino ed uno albanese, rispettivamente di 23 anni e di 40 anni, perché dalla banca dati risultavano ricercati, poiché raggiunti da più provvedimenti di espulsione di varie questure nazionali, e colpiti da divieto di rientro in Italia per 5 anni e considerati socialmente pericolosi, entrambi sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della compagnia di Tuscania;

A CANINO, sempre i carabinieri della compagnia di Tuscania, hanno tratto in arresto un cittadino romeno di 21 anni, per ripetute violazioni degli obblighi previsti da una precedente misura restrittiva, lo stesso è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari;

A VETRALLA i carabinieri della stazione hanno tratto in arresto un cittadino italiano di 51 anni, poiché colpito da un aggravamento della precedente misura cautelare. Lo stesso, nonostante fosse già sottoposto ai domiciliari per spaccio di droga, continuava a vendere sostanza stupefacente così come accertato dai servizi di osservazione dei carabinieri di Vetralla, ed è stato quindi arrestato e tradotto in carcere a Viterbo;

A MONTEFIASCONE i carabinieri della stazione di Nepi, hanno arrestato in esecuzione di una misura cautelare in carcere un cittadino italiano di 51 anni che è stato tradotto al carcere di Viterbo.

I denunciati in stato di libertà sono:

A ORTE sono stati denunciati due cittadini romeni, entrambi 25 anni, residenti a Roma, poiché a seguito di controllo preventivo su autovettura, sono stati sorpresi con decine di prodotti alimentari rubati presso i supermercati, tra cui bottiglie di vino pregiato;

A NEPI è stato denunciato un cittadino italiano di poggio mirteto, di 55 anni, il quale si è fatto consegnare da un cittadino di Nepi assegni per 25.000 euro per una vendita di un autovettura, di cui in realtà non aveva la disponibilità a venderla;

A BAGNOREGIO, è stato denunciato un cittadino romeno di 33 anni, residente a orvieto, poiché durante un posto di controllo effettuato dai carabinieri si rifiutava di sottoporsi al controllo del tasso alcolemico, pure risultando alla vista in evidente stato di alterazione psichica; gli è stata dunque ritirata la patente e sottoposta a fermo l’autovettura Ww passat, per la successiva confisca;

A MONTEFIASCONE è stato denunciato un cittadino russo di 24 anni, poiché dopo avere causato un incidente con feriti sulla via cassia vecchia, non prestava soccorso e si dava alla fuga;

A MARTA è stato denunciato un cittadino italiano di 30 anni, di Canino, perché dopo avere causato un incidente è risultato positivo al test alcolemico ed ai cannabinoidi;

A ORIOLO ROMANO è stato denunciato dai carabinieri un cittadino italiano di 23 anni di Civitavecchia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, poiché a seguito di controllo preventivo su autovettura, è risultato possedere due grammi di marijuana e due grammi di cocaina, oltre a 6000 euro in contanti e materiale per il confezionamento;

A CAPRANICA è stato denunciato un cittadino italiano di 22 anni del posto, per spaccio di droga, perché da una perquisizione personale è stato trovato con 2 grammi di hashish, 2 grammi di marijuana e decine di semi cannabis indica;

A BLERA è stato denunciato un cittadino romeno di 52 anni per ricettazione, perché a seguito di controllo è stato trovato con un motorino risultato rubato;

A CAPRANICA è stato denunciato dai carabinieri della stazione un cittadino italiano di 19 anni, perché alla guida della sua autovettura in condizioni psichiche evidentemente alterate si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti alcolemici. Gli è stata ritirata la patente;

A CAPRAROLA è stato denunciato un cittadino romeno di 33 anni, per truffa, perché si faceva accreditare per una finta vendita on line 500 euro per vendere attrezzi agricoli di cui in realtà non aveva la disponibilità.







Facebook Twitter Rss