ANNO 9 n° 16
Coppa Italia - Viterbese,
undici metri di felicità
Gialloblu ai quarti di finale dopo
i rigori; decisvo l'errore di Briotti
24/11/2011 - 17:27

                                      di Domenico Savino

ASTREA - VITERBESE 1-1 (4-5 dopo i calci di rigore)

ASTREA: Santarpia 6, Bauco 6, Ugolini 5, Di Benedetto 6, Cipriani 5,5, Briotti 6 (al 45' s.t. Lo Pinto s.v), Gaeta 6, Battisti 6,5, Di Iorio 6, Aglitti 6,5 (al 15' s.t. Di Fiordo s.v.), Bellini 6 (dal 45' s.t. Battista s.v.). A DISPOSIZIONE: Busico, Mollo, Fantini, Simonetta. ALLENATORE: Di Luca 6

VITERBESE: Scarsella 6, Fapperdue 6, Franzese 6, Testa 6,5, Corallo 6,5, Cristiano 6, Manini 5,5 (al 7' s.t. Pieri 6), Sabatino 6,5 (al 25' s.t. Cisterna), Barra 6,5, Aquino 6 (al 1' s.t. Vanacore), Zagarella 6. A DISPOSIZIONE: Cima, Garofalo, Pintucci, Gnignera. ALLENATORE:  Conticchio 6

ARBITRO: Baroni di Firenze

RETI: al 3' s.t. Aglitti (A); al 10' s.t. Barra (V) su rigore

NOTE: terreno in buone condizioni, giornata fresca. Ammoniti: DI Iorio (A); Zagarella, Sabatino (V). Espulso al 9' s.t. Ugolini (A); Sequenza dal dischetto: Testa (parato); Gaeta (gol); Cristiano (gol); Di Bendeto (parato); Cisterna (gol); Di Iorio (gol); Barra (gol), Mollo (gol); Franzese (gol); Briotti (palo)

VITERBO - La Viterbese passa il turno in coppa Italia battendo 4-5 ai calci di rigore l'Astrea e accede ai quarti di finale. Buona la gara degli uomini di Conticchio che nonostante diverse assenza tengono testa ai ministeriali e vincono dal dischetto.

Conticchio ha gli uomini contati e deve rinunciare a Mereu e Morini tenuti a riposo precauzionale dopo i ripettivi malanni (il primo è difficilmente recuperabile per domenica, il secondo ha più chance del compagno). Tra i pali ripropone Scarsella e a centrocampo Cristiano. L'Astrea, che milita nel girone G, schiera impoprtanti gicatori come, Di Fiordo che militava nel Campobasso e l'ex gialloblu Di Iorio.

Dopo le prime schermaglie ci prova Aquino, ma para il portiere Santarpia. La gara è equilibrata e subito dopo ci prova Gaeta, ma la sua conclusione è alta. Nel finale di tempo la Viterbese protesta per un calcio di rigore: Aquino si incunea nell'area dei ministeriali e a detta dei gialloblu subisce un fallo che però l'arbitro non vede.

All'alba della ripresa arriva il vantaggio dell'Astrea con Aglitti (3') che sfrutta un'azione di Bellini e batte Scarsella. Ma la Viterbese non ci sta e perviene al pareggio su rigore con Barra (10'); Pieri appena subentrato a Manini serve la punta ex Cavese che viene atterrato da Ugolini. Per Baroni è rigore ed espulsione del difensore. Nel frattempo Conticchio effettua tutti e tre i cambi a disposizione facendo entrare Pieri, Cisterna e Vancore per Manini, Sabatino ed Aquino e riesce a ottenere una squadra ancora più battagliera.

Ma il risultato non cambia più e si va ai rigori per decidere chi deve passare il turno: Testa si fa parare il tiro dal dischetto da Santarpia e anche Di Benedetto sbaglia (neutralizza Scarsella). Infallibili Cristiano, Cisterna, Barra e Franzese che regalano la qualificazione. Decisvo l'errore di Briotti che colpisce il palo.






Facebook Twitter Rss