ANNO 9 n° 168
''Col Francavilla
una gara da vincere''
Nofri vuole i tre punti nonostante la qualificazione certa. Ripresi gli allenamenti
24/05/2016 - 17:00

VITERBO (S.R.) –  È tornata al lavoro la Viterbese che ha iniziato la settimana che la condurrà alla gara interna di domenica con l’undici pugliese della Virtus Francavilla. Una partita, la terza ed ultima della fase a gironi della poule scudetto, che classifica alla mano è di quelle che non contano molto per una Viterbese già qualificata per la fase finale, ma nessuno è autorizzato a pensare che i gialloblu snobberanno questo che è il loro ultimo appuntamento della stagione con il pubblico di via della Palazzina. ''Per noi sarà una gara da vincere, come tutte le altre – assicura mister Federico Nofri - perché vogliamo onorare fino in fondo il campionato, perché vogliamo regalare un’altra soddisfazione alla società ed al nostro pubblico che ci ha sempre sostenuto con affetto. E’ vero, abbiamo già conquistato il diritto a disputare la semifinale ed allora questa gara con i pugliesi ci sarà utile anche per tenere alta la concentrazione in vista dell’impegno del 3 giugno, quello che varrà la finale''.

Alla ripresa degli allenamenti, gialloblu tutti presenti e tutti regolarmente in campo. Compresi Daniele Ansini che ha ripreso a correre e che si può azzardare possa essere disponibile almeno per la semifinale, e compreso Walter Invernizzi al quale i due giorni di riposo sono stati sufficienti per assorbire il malanno muscolare accusato sabato durante l’allenamento. E’ tornato ad allenarsi con i gialloblu l’ex Paris Saint-Germain, Jeremì Kimmakon, il giovane colored che mister Nofri aveva già visto lavorare due settimane fa. La squadra sosterrà un allenamento al giorno, sempre al Rocchi, fino a venerdì; sabato mattina, invece trasferimento a Grotte di Castro per la seduta di rifinitura in vista della gara di domenica il cui inizio, su richiesta degli ospiti condivisa dalla Viterbese, verrà anticipato alle ore 15,30.

 

Si susseguono intanto riunioni ed incontri relativamente ai lavori da eseguire allo stadio Rocchi in modo tale da poter ottenere l’agibilità per il campionato di serie C. Un altro sopralluogo al campo è stato effettuato da tutte le componenti interessate anche nella giornata di lunedì, la Lega Pro ha appena fatto pervenire alla Viterbese un dettagliato piano delle opere da realizzare; i tempi stringono (il termine ultimo per eseguire i lavori prescritti e non soggetti a deroga, scade a metà del prossimo mese di giugno), i preventivi redatti cominciano a fare intravedere le cifre da impegnare e sarà opportuno che si passi dalle parole ai fatti per stabilire chi e come questi lavori deve eseguirli. In modo tale da evitare che quella prossima possa essere una estate priva di angosce e di veleni.





Facebook Twitter Rss