ANNO 9 n° 230
Civita Castellana, il candidato Zezza scrive a Caprioli
'Non era mia intenzione screditare. Ho solo reagito alle aggressioni'
05/06/2019 - 11:39

CIVITA CASTELLANA - Riceviamo e pubblichiamo dal candidato sindaco Tonino Zezza

Caro Franco, 

forse negli ultimi giorni ho alzato un po’ i toni ma non era e non è nelle mie intenzioni screditare gli avversari politici: ho solo reagito alle innumerevoli aggressioni, anche di tipo personale, che io ed i candidati miei sostenitori abbiamo subito in campagna elettorale. Se questa reazione è stata percepita come lesiva della tua persona, ti chiedo scusa.

Sei una brava persona, umile, riservata, timida. Da cittadino, vorrei sapere però le ragioni per cui hai deciso di metterti in politica ed il progetto che hai in mente per risolvere i tanti problemi della nostra amata Civita. Ho cercato di leggere nel tuo programma, ma non c’è scritto niente. Ho cercato di capire nei precedenti confronti, ma non hai detto niente. Tu affermi che se sarai Sindaco erediterai una situazione disastrosa: da tecnico sai bene che questo non è vero. Abbiamo ridotto in questi anni sia i residui attivi sia quelli passivi; il rendiconto, approvato dalla giunta e dai revisori dei conti, certifica una solidità maggiore rispetto al 2008 nonostante i minori trasferimenti dello Stato di circa 3.000.000 di euro. Infatti i residui passivi (debiti) nel 2018 sono 1.347.208 euro in meno rispetto al 2008. Inoltre sono stati accantonati 9.843.894 euro per il fondo crediti di dubbia esigibilità come previsto dalla normativa. A conferma di ciò, allego alla presente il parere dei revisori dei conti, tuoi colleghi, che hanno approvato il rendiconto dell’esercizio finanziario 2018. C’è un problema di cassa che deve essere risolto e sarà questo il vero problema della futura Amministrazione. Tu come pensi di risolverlo?

Io ho già un progetto e lo spiegherò pubblicamente giovedì.

Rispetto ai precedenti confronti, il prossimo sarà più diretto, più esplicito; i cittadini stessi potranno intervenire, fare domande, valutare e scegliere consapevolmente.

Comprendo anche che, forte del vantaggio al primo turno e sentendoti già vincitore, avresti tutto da rimettere in un confronto simile. Però preparati, perché se sarai Sindaco dovrai rispondere ogni giorno a tante e tante persone che ti chiederanno tante e tante cose. L’esperienza, la capacità di ascoltare, l’altruismo, la determinazione nel fare le scelte, secondo me, sono le doti necessarie per guidare una città. Probabilmente tu le hai, ma dovrai tirarle fuori, perché fino ad oggi, a mio parere, non lo hai fatto.

Sono dispiaciuto della tua non partecipazione al confronto con i cittadini il 6 giugno prossimo. Sarebbe stata un’occasione per dimostrare le tue doti e le tue capacità. Non mi rispondere per lettera perché potrebbe scrivertela qualcun altro. Spero riuscirai a trovare il tempo di venire, magari convincerai anche me a votarti.

Ti auguro ogni bene. Buona fortuna.

Tonino Zezza







Facebook Twitter Rss