ANNO 10 n° 55
Ciambella: ''Con grande convinzione ho sottoscritto il documento della Fondazione Symbula''
20/01/2020 - 19:14

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo:

Con grande convinzione ho sottoscritto il documento della Fondazione Symbula che sarà presentato il prossimo 24 gennaio ad Assisi. Suggerisco a tutti di leggerlo per poterlo apprezzare ed eventualmente sottoscrivere sul sito dedicato “www.symbula.net”. Nasce da un lavoro approfondito fatto dalla Fondazione sfociato nel “ Manifesto di Assisi” il cui intento è la realizzazione di una economia a misura d’uomo contro la crisi climatica.

Esiste uno spazio ben definito che la politica e le agenzie di reting non riescono a vedere che può essere occupato da chi produce ricchezza in maniera sostenibile.

E’ lo sforzo di mettere al centro dell’attenzione le politiche ambientali partendo da uno lavoro comune tra aziende, cittadini e comunità. Ecco perché tra i promotori troviamo il Presidente di Symbula, Ermete REalacci, il presidente di Coldiretti Ettore Prandini e quello di Confindustria Vincenzo Boccia, ma anche il direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato, il custode del Convento, l’amministratore delegato di Enel e quello di Novamont, Francesco Starace e Catia Bastioli, tanti imprenditori piccoli e grandi. Leggendo il manifesto ho pensato che c’è la necessita che tutto questo si sposi con le nostre comunità, con le nostre associazioni che sui territori ogni giorno offrono la loro opera nel sociale per migliorare la società in vari ambiti. Ritengo che questa partenza sia l’opportunità per Viterbo e la nostra provincia di riflettere in maniera complessiva e operare in sinergia nell’ottica di affermare una consapevolezza sull’ emergenza climatica ma anche la convinzione che questa possa diventare un’opportunità per crescere a misura d’uomo e magari con la volontà di colmare quelle disuguaglianze sociali che affliggono il nostro Paese da tempo immemore. Bello sarebbe se a partire dalla sottoscrizione del manifesto da parte delle associazioni locali omologhe a quelle che hanno lanciato l’appello, partisse una contaminazione su tutte le altre. Nel solo intento di far cogliere anche a Viterbo questa grande opportunità e per far avviare un percorso virtuoso e contagioso chiederò al Sindaco Arena e agli altri capigruppo di convocare un consiglio straordinario dove invitare i promotori del manifesto per ragionare in maniera più approfondita e attivare procedure e percorsi in ogni ambito cittadino che si ispirino ai 10 punti del manifesto.

Il Presidente Realacci sostiene anche un’altra cosa non secondaria, dice che noi Italiani siamo un po’ criptodepressi, sappiamo vedere i nostri mali ma non i nostri punti di forza. Questa è un’altra lezione importante che ci fa scoprire che con tutti i nostri problemi l’Italia è la superpotenza dell’economia circolare in Europa. Aggaciandoci a questo potremmo anche noi nel nostro piccolo superare le nostre criticità ataviche e lavorare per diventare un eccellenza come sistema Tuscia.

Luisa Ciambella

Capogruppo PD Viterbo

 






Facebook Twitter Rss