ANNO 8 n° 144
Castanea 2014, Terrosi: ''Con la lotta biologica,
il settore è in ripresa''
23/09/2014 - 10:54

VITERBO - L'onorevole Alessandra Terrosi ha presenziato alla cerimonia di apertura di Castanea, sesto convegno nazionale sul castagno presso l'Università della Tuscia. Nella parte iniziale del suo intervento ha sottolineato il lavoro proficuo svolto fino ad oggi dal tavolo ministeriale sulla frutta a guscio e di quello provinciale, che per la prima volta ha messo intorno ad uno stesso ragionamento gli Enti locali, i singoli Comuni e le associazioni del territorio.

''Questo settore negli ultimi anni ha sofferto molto per la nota problematica fitosanitaria legata al diffondersi in tutta Italia, degli attacchi da parte del cinipide galligeno – ha detto Terrosi -. Le risposte date in questi anni attraverso la lotta biologica permettono di far segnare quest'anno una buona ripresa in quelle regioni di Italia che hanno cominciato prima con i lanci di Thorymus, con segnali di debole produzione anche nei nostri territori. Tuttavia le problematiche sono ancora aperte'', ha proseguito sostenendo sia la necessità nel sostenere le aziende ma dall' altro anche il sostegno alla risorsa castagno come bene paesaggistico e di gestione dei territori.

L'inserimento delle superficie castanicole tra quelle monitorate dall'Istat per avere un conteggio certo delle superfici a castagno da frutto, la necessità di modificare la normativa che impedisce l'utilizzo nelle aree protette di organismi non autoctoni senza i quali la lotta biologica in quelle aree non può essere applicata e la necessità che il piano castanicolo venga attuato a pieno, sono i punti sui quali la deputata del Pd si è soffermata.

''Sono certa - ha concluso Terrosi - che i quattro giorni di lavoro che vi accingete ad affrontare porterà alla nostra attenzione le tante esigenze del settore ma anche le soluzioni possibili''.






Facebook Twitter Rss