ANNO 4 n° 114
CasaPound rivendica raid durante l'incontro
del Prc sulle Foibe
''Piovono rose rosse dalle camice nere''
26/03/2011 - 15:53

''Contro un uso partigiano e fazioso della storia, degradata a strumento di lotta politica, piovono rose rosse dalle camicie nere''. Con questo messaggio CasaPound Viterbo ha rivendicato il raid avvenuto ieri sera alla Sala Gatti, in via Macel Gattesco, durante il convegno “Confine orientale italiano – Occupazione fascista e foibe”,  durante il quale alcuni di militanti di estrema destra hanno fatto irruzione lanciando volantini, rose rosse, ribaltando un tavolo con dei libri e gridando slogan anticomunisti.

“Per quanto mi riguarda ci dovrebbero ringraziare per aver portato un po’ di gioventù in quella sala piena di vecchi parrucconi antifascisti - riferisce Alessandro Mereu di CasaPound - Che noia sarebbe stata se non avessimo portato un po’ di vento a sbattere le porte in quel simulacro ammuffito?!

L'incursione è avvenuta ieri nel tardo pomeriggio, tra le 18 e le 18,30, durante la mostra organizzata da Rifondazione Comunista, Arci, Anpi e dall’associazione Fata Morgana.

Nei volantini sparsi nella sala e nei quali non c'era nessuna firma riporavano:“Gli unici crimini li avete compiuti voi partigiani titini infami assassini. Onore ai martiri delle Foibe”. intanto la Digos continua le indagini per risalire ai giovani che hanno partecipato all'azione.

Facebook Twitter Rss