ANNO 9 n° 344
Boom di iscrizioni alle lauree magistrali. Per la triennale al via nuovi corsi
Più di 8mila gli studenti dell'Unitus. Cresce il livello di soddisfazione. Il rettore Ruggieri: ''Chi verrà dopo di me farà ancora meglio''
22/07/2019 - 13:13

VITERBO - (s.l.) - Boom di immatricolazioni per la magistrale (561); nuovi corsi di laurea triennale al via (Scienze gastronomiche, Scienze biologiche ambientali e il curriculum in Investigazioni e sicurezza interna e internazionale); soddisfazione alta da parte degli studenti, sia verso i corsi di laurea che nei confronti dei docenti.

Tempo di bilanci all'Unitus in vista della fine dell’anno accademico, ma anche per Alessandro Ruggieri, giunto alla termine del suo mandato alla guida dell’ateneo. ''I dati sono molto buoni. Sia quelli quantitativi che quelli qualitativi. Ma sono sicuro che il mio successore farà ancora meglio'', ha detto stamani il rettore in una conferenza. Oltre a elencare i dati, Ruggieri ha voluto sottolineare anche l’attenzione che l'Università pone a quei piccoli dettagli che nella vita di tutti i giorni all'intenro dell'ateneo fanno la differenza. Per esempio la pubblicazione della lista con tutti i nomi del personale di segreteria e relativo interno: “In questo modo gli studenti sapranno con precisione chi sta seguendo la loro pratica''.

In totale gli iscritti sono 8.075, 664 in più rispetto all'inizio dell'era Ruggieri.

I 5 corsi con più matricole sono Scienze politiche (385), Biologia (274), Economia (246), Lingue (185), Agraria (143). Ma oltre a quelli tradizionali, c’è da registrare l’ottima performance di alcuni corsi nuovi di zecca, come Informazione digitale, che fa registrare 80 matricole.

Il quadro generale dei nuovi iscritti mostra una leggera flessione (-69), dovuta al calo che si è registrato nelle lauree triennali (-149 unità, 1838), compensato dalla forte crescita dei nuovi iscritti alle lauree magistrali (+ 105, 561). ''Un dato – ha spiegato Ruggieri – su cui pesa molto la riduzione degli allievi dell’Esercito. Ma più in generale si tratta di un fenomeno fisiologico: alcuni corsi fanno il pieno, altri sono meno attrattivi. Questo deve essere uno stimolo a fare ancora meglio. D’altro lato il boom di matricole per la magistrale ci gratifica. Abbiamo attivato tre nuovi corsi di laurea magistrale, molto di nicchia: Economia circolare, Informazione digitale e Biotecnologie industriali per la salute e il benessere. Da soli hanno portato 80 nuovi iscritti in più. Il dato generale ci dice che c’è più interesse a iscriversi ai nostri corsi perché la qualità dell’offerta è aumentata''.

Per quanto riguarda la provenienza delle matricole, a guidare la classifica c’è il Lazio (1374). A seguire l'Umbria (139) e le altre regioni: Toscana, Puglia, Campania, Sicilia, Sardegna. Dalla Tuscia ne arrivano 724 (202 Viterbo, 522 il resto della provincia), 519 da quella di Roma, 133 dalla provincia di Terni.

Gli studenti che voto danno all’Università? Secondo i dati Alma Laurea, per la soddisfazione dei laureati verso il corso di laurea l’Università della Tuscia si colloca al 19 posto su 72 atenei; al nono posto invece per quanto riguarda la soddisfazione degli studenti del rapporto con i propri  docenti.

Non tutti sanno che l'Unitus è il primo ateneo in Italia per numero di laureati che provengono da famiglie in cui i genitori non sono laureati. Una sensibilità sociale molto spiccata. Ne è ulteriore prova il fatto che da quest’anno le tasse si potranno pagare in tre rate, così da alleggerire il carico di spese sullo studente e sulle famiglie. Mentre resta inalterata l’area no tax per i redditi sotto i 15mila euro.






Facebook Twitter Rss